mercoledì 23 gennaio 2019
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
mar 8 mar 2016 14:54
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La ciclabile di via Fiume va terminata entro il 15 aprile, altrimenti la Regione chiederà indietro i 300mila euro di finanziamenti erogati. Il vicesindaco di Cattolica Leo Cibelli chiarisce così il motivo della marcia indietro dell’amministrazione che alcune settimane fa aveva annunciato lo stop al contestato intervento. “Confermiamo – spiega – che la volontà politica era di sospendere i lavori e riprenderli dopo la stagione estiva. In Regione abbiamo domandato, anche per andare incontro a richieste di cambiamenti di alcuni operatori economici della zona, se fosse possibile posticipare l’intervento. Ma la Regione è stata perentoria.”
La pista ciclabile di via Fiume rientra nel progetto Pro.De (Protezione utenti deboli della strada) che a Cattolica prevede varie azioni: la costruzione delle ciclabili che, quando saranno completate, formeranno un’unica “striscia” che collegherà il porto cattolichino a quello di Rimini, la creazione di parcheggi, transiti pedonali, nuove illuminazioni, segnaletica e materiale informativo. Un progetto complesso, ricorda l’amministrazione, che rientra nel Piano Nazionale sulla Sicurezza nelle città e che vede la regione come supervisore.
“Tempi tecnici per una variante non ce ne sono.– conclude Cibelli. – Naturalmente l’Amministrazione è disponibile a sedersi attorno a un tavolo con le categorie economiche cattolichine e con i cittadini per spiegare e approfondire la questione, come del resto abbiamo fatto in passato, anche se troviamo sbagliate e fuori luogo alcune affermazioni lette”.

Altre notizie
di Lamberto Abbati
al servizio di quattro comuni

Inaugurato il nuovo sportello Hera

di Redazione
Notizie correlate
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna