sabato 16 febbraio 2019
In foto: Piero Cecchini, sindaco di Cattolica
di Redazione   
lettura: 2 minuti
ven 26 feb 2016 18:41
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Via libera dal consiglio comunale di Cattolica all’ultimo bilancio della Giunta Cecchini, quello di previsione 2016. Per il primo cittadino è anche l’occasione per tracciare un bilancio di 5 anni di governo della città. “Abbiamo iniziato a operare in concreto – ricorda – dal luglio 2011 (sono stato eletto il primo giugno), con un programma che doveva forzatamente ridurre il fortissimo indebitamento e, nello stesso tempo, garantire i servizi. Contestualmente, a partire dal 2011 e fino ad oggi, abbiamo avuto il periodo di vita più difficile per i Comuni italiani che si sono trovati a dover rispettare gli equilibri di bilancio e il patto di stabilità. In questi anni si sono succedute norme europee e nazionali che hanno ingessato l’operatività dei Comuni. In questo quadro, ci siamo dovuti muovere con forti operazioni di riduzione della spesa e ingegnarci nel trovare risorse per garantire i servizi e realizzare gli investimenti.” Cecchini ricorda poi i mancati trasferimenti dallo Stato, passati dai più di 4.500.00 euro del 2011 ai 2.164.000 del 2015 e la necessità di risolvere diversi contenziosi che erano in corso.
“Il bilancio approvato – spiega con soddisfazione – lascia Cattolica con una situazione inimmaginabile solo cinque anni fa: siamo riusciti a ridurre l’indebitamento di oltre undici milioni. A questi vanno aggiunti oltre tre milioni risparmiati dal contezioso con Unicredit per l’Ospedale di Cattolica.”

Il primo cittadino rammenta poi le opere realizzate, nonostante le difficoltà, e cita come esempio la nuova scuola per l’infanzia Papa Giovanni XXIII in via Bandiera, il posizionamento all’ex Bus Terminal del Centro sociale per anziani Giovannini-Vici e del Centro socio occupazionale per disabili “I Delfini”, la realizzazione del molo di levante, il dragaggio della darsena perschereccia e il rifacimento delle casse d’espansione nella zona del porto, lo sdoppiamento delle reti fognarie e l’aumento del chilometraggio dei percorsi ciclabili con il progetto Pro.De..

Immancabile un accenno al turismo, con l’aumento di arrivi e presenze fatto segnare da Cattolica tra 2012 e 2015. “E se prima – dice Cecchini – Cattolica era considerata la “Cenerentola”, ora è tornata a essere la Regina delle località turistiche della Provincia. Abbiamo fatto registrare il massimo incremento percentuale in arrivi e presenze, portando gli arrivi annui da 291.696 (2012) a 329.265 (2015) con un aumento di 37.569 e portando le presenze da 1.7444.440 a 1.836.743 (+92.303). Nel periodo stagionale (maggio/settembre) abbiamo registrato un incremento dal 2012 al 2015 del + 7,7%. Le presenze totali del 2015 hanno fatto registrare il record dall’anno 2.000 a oggi”.

Dall’attuale sindaco arriva poi un messaggio a chi arriverà dopo. “Chi siederà a Palazzo Mancini potrà farlo contando su un allentamento del patto di stabilità nazionale e sui conti in ordine che la mia Amministrazione ha lasciato. E potrà più agevolmente pensare a investimenti mirati”.

. Il bilancio è a disposizione dei cittadini: http://www.bilanciodigitale.com/12529/default

Altre notizie
di Lamberto Abbati
Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna