domenica 24 febbraio 2019
In foto: Tiziano Arlotti alla Camera
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto
ven 26 feb 2016 11:47
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Le assunzioni a tempo determinato nel 2016 daranno diritto, se già nell’anno 2015 i lavoratori erano stati assunti nella stessa azienda, al recupero della riduzione Irap purché nei due anni 2015-2016 abbiano lavorato almeno 120 giorni”. Ad affermarlo il deputato del PD Tiziano Arlotti, dopo il chiarimento ieri ne question time in commissione Finanze della Camera “che rende – spiega Arlotti – ulteriormente vantaggioso il recupero della riduzione Irap prevista dall’emendamento da me presentato. E’ la conferma del principio di fidelizzazione che vogliamo favorire nel lavoro stagionale, anche per contrastare l’uso indiscriminato dei voucher”.

La norma nello specifico:

L’articolo 1, comma 73, della legge di stabilità per il 2016 (legge 28 dicembre 2015, n. 208) ha concesso un’agevolazione IRAP sul costo del lavoro per l’assunzione dei lavoratori stagionali per almeno 120 giorni, ricorda Arlotti. Il costo del lavoro è deducibile, ai fini Irap, a decorrere dal secondo rinnovo contrattuale con lo stesso datore di lavoro nel limite massimo del settanta per cento. “Gli uffici dell’amministrazione finanziaria, rispondendo ad un documento di sindacato ispettivo il 28 gennaio 2016, hanno già chiarito che il calcolo dei 120 giorni possa intendersi riferito ai giorni effettivi di impiego, computando anche quelli relativi al primo contratto di assunzione. La norma vale a decorrere dal periodo d’imposta 2016, per cui, anche alla luce dei chiarimenti interpretativi già forniti, uno stesso datore di lavoro, che rinnovi un contratto di lavoro nell’anno 2016 allo stesso lavoratore stagionale che aveva già lavorato per lui nell’arco del 2015, potrà già fruire della deduzione IRAP”.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna