giovedì 22 agosto 2019
menu
In foto: Giudici negli studi di Icaro Tv
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 24 feb 2016 15:20 ~ ultimo agg. 15:28
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Per la distribuzione delle merci a Rimini occorre un polo logistico strategico, possibilmente a ridosso del casello di Rimini Nord, che sfrutti anche il percorso del TRC. E’ la proposta del consigliere comunale riminese Eraldo Giudici di “Insieme per Rimini”.


L’intervento di Eraldo Giudici

COSA FARE DEL TRC?
Occorre pensare ad un uso diversificato del TRC che vada oltre il trasporto delle persone per diventare parte di una rete logistica più ampia ecologicamente attrezzata, per il trasporto pulito ed ecologico di merci, fin dentro la zona turistica, che oggi è intasata da una miriade di mezzi rumorosi ed inquinanti .
E’ insostenibile che per la distribuzione locale di merci e derrate di ogni genere debbano partire ogni giorno da Ravenna e da Pesaro veicoli commerciali che compiono lo stesso percorso, con le stesse soste, magari a motore permanentemente acceso per consegnare prodotti refrigerati.

DISTRIBUZIONE LOCALE ELETTRICA.
Accentrare le merci in un polo logistico riminese a Rimini nord per poi distribuirle in modalità “elettrico” sul percorso del TRC facendole confluire in apposite aree decentrate localizzate in prossimità alle fermate già previste, e da qui portarle a destinazione finale con veicoli elettrici.
Purtroppo un polo logistico a servizio della nostra città non è mai stato precisamente individuato.

UN POLO LOGISTICO STRATEGICO: SNODO FRA L’EUROPA DEL NORD E I MERCATI DELL’EST, DEL NORD AFRICA E ASIATICI.
Occorre un polo logistico in collocazione strategica, prossimo al casello di Rimini Nord della A-14 , mediano agli assi di scorrimento viario delle statali Emilia e Flaminia, e di quelli ferroviari della dorsale adriatica, che connettono Rimini via Bologna e Ravenna col Nord Europa e con i porti del sud della penisola verso i nostri sbocchi commerciali di sempre: i mercati dei paesi emergenti asiatici ed africani . Una città moderna ne ha assoluto bisogno per il proprio funzionamento ottimale, sia per la movimentazione delle merci in ingresso per il consumo interno, che per la produzione locale destinata all’esportazione.

OCCORRONO SOLUZIONI REALI: IL “FILA DRITTO” NON RISOLVE TRAFFICO E SMOG.
Lo spostamento di merci all’interno di una città è indispensabile, ma per contrastare traffico e smog non bastano gli spot elettorali occorre superare certe modalità anacronistiche del vivere sociale e contrastare davvero ogni tipo di inquinamento favorendo la redistribuzione delle merci con veicoli elettrici..

Notizie correlate
La rassegna a Riccione

Ciné 2019, ecco il programma

di Redazione   
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna