sabato 19 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
sab 20 feb 2016 10:21 ~ ultimo agg. 13:28
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il tribunale del riesame ha accolto il ricorso presentato dai titolari del negozio di animali di via Repubblica a Rimini oggetto di un’operazione degli uomini della Guardia di finanza che aveva portato al sequestro di quattordici cuccioli di cani di razza, provenienti dall’Ungheria. Vicenda portata alla ribalta anche da un servizio delle Iene.

Sulla vicenda arrivano chiarimenti dell’EITAL, ente di tuela animali e legalità dalla cui segnalazione partì l’inchiesta, che scrive: “nove dei cuccioli sequestrati sono attualmente sotto la custodia dell’EITAL che in questi mesi ha provveduto alle loro cure e mantenimento con contributi di propri volontari, senza l’aiuto di nessuno ed è ancora in attesa dell’autorizzazione da parte dell’Autorità Giudiziaria di poter affidare gli animali, da destinare a famiglie in grado di prendersene cura; purtroppo però nessuna risposta è ancora giunta.

Il movimento animalista esprime delusione per la decisione del Riesame: “i cuccioli restituiti agli indagati (non tutti, ma 3 cuccioli) su disposizione del
Tribunale del Riesame sono stati curati dall’EITAL medesimo, con particolare riferimento al cucciolo di bouledogue francese rinvenuto malato all’interno del negozio durante il sopralluogo, curato e oggi in vita non grazie alle cure degli indagati ma del movimento animalista e di un finanziere”.

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
Notizie correlate
di Simona Mulazzani
VIDEO
Le iniziative per don benzi

Una strada per don Oreste

di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna