giovedì 24 gennaio 2019
di Lucia Renati   
lettura: 1 minuto
ven 12 feb 2016 08:33 ~ ultimo agg. 09:04
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Ieri, giovedì, si è celebrata la ventiquattresima giornata mondiale del malato.
A Rimini il Vescovo Lambiasi ha celebrato Messa nella struttura dell’Asl di via Ovidio, dove si trova il centro di terapia del dolore.

‘Qualsiasi cosa dica, fatela’. Così disse Maria alle nozze di Cana, quando il banchetto di nozze rischiò di essere rovinato dalla mancanza di vino nelle giare. Papa Francesco nel suo messaggio per la giornata del malato in questo anno giubilare della Misericordia, ha chiesto di meditare questo racconto evangelico, dove Gesù fece il suo primo miracolo per l’intervento di sua Madre. Nella sofferenza e nel dolore Gesù ci chiede di essere come Maria: affidarci a Lui. Sono situazioni nelle quali la fede in Dio è, da una parte, messa alla prova, ma nello stesso tempo rivela tutta la sua potenzialità positiva. Se sapremo seguire la voce di Colei che dice anche a noi: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela», Gesù trasformerà sempre l’acqua della nostra vita in vino pregiato. Toccanti le testimonianze di Don Andrea Scognamiglio, ordinato sacerdote a fine settembre, ora cappellano dell’ospedale Cervesi di Cattolica, e delle suore della piccola famiglia dell’Assunta, comunità di Montetauro, intervenute insieme a Ciriaco.

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna