martedì 11 dicembre 2018
di Roberto Bonfantini   
lettura: 3 minuti 2.155 visite
sab 19 dic 2015 17:24 ~ ultimo agg. 22 dic 15:07
Print Friendly, PDF & Email
3 min 2.155
Print Friendly, PDF & Email

FABRIZIO DE MEIS TORNA PRESIDENTE DEL RIMINI E PENSA DI CANDIDARSI IN LEGA

Torna in sala stampa, dopo aver fatto gli auguri di Natale a tutti, staff tecnico, giocatori, tifosi, giornalisti e ragazzi e famiglie delle giovanili biancorosse, Fabrizio De Meis, per annunciare il suo ritorno alla presidenza del Rimini. “Visto che quando mi ero dimesso aveva fatto notizia, questa volta preferisco dirvelo direttamente io: in settimana sono tornato presidente della Rimini Calcio per partecipare, martedì prossimo, 22 dicembre, alla riunione di LegaPro e dare il mio voto per l’elezione della nuova governance. Ho dato anche la mia disponibilità ad essere eletto come consigliere di Lega e se dovesse andare avanti il discorso con diverse società con le quali abbiamo parlato negli ultimi mesi potremmo cercare di dare una mano a questa categoria del calcio molto importante”.

Il Cda dell’AC Rimini 1912 Srl sarà formato da due persone: Fabrizio De Meis presidente e Angelo Palmas amministratore delegato.

Come detto, in precedenza De Meis si era presentato nella sala stampa del “Romeo Neri” per fare gli auguri: “Io inizierei dal fare gli auguri a tutti i tifosi del Rimini, tutti quelli che ci seguono allo stadio, soprattutto quelli che ci seguono in trasferta, quelli che non ci fanno mancare mai il loro supporto, quelli che seguono da casa e che ci stanno vicino. Auguro a tutti un felice Anno nuovo e un felice Natale, in famiglia, che le festività possano essere per loro un’occasione per stare nel migliore modo possibile. Colgo l’occasione per ringraziare in particolar modo tutto lo staff del settore giovanile, tutto lo staff della scuola calcio, i tanti ragazzi che ci aiutano a portare avanti la società, anche in questi mesi un po’ particolari, quindi li ringrazio doppiamente. Sono molto contento del lavoro che abbiamo fatto. Un augurio di cuore di buon Natale a tutta la società, a tutti i giocatori, alle loro famiglie, agli allenatori, ai bambini, alle famiglie, a tutti i tifosi!

Finisce un anno, una prima parte di campionato difficile per noi per tanti motivi, speriamo che la seconda parte della stagione sia anche un po’ più fortunata. Adesso c’è l’apertura del mercato, cercheremo di fare il possibile per migliorare i difetti che in qualche maniera abbiamo visto in questa prima parte dell’anno. Speriamo di essere anche un po’ più fortunati con gli arbitraggi. Mi dispiace che se ne parli così poco perché praticamente da Pisa abbiamo preso una serie di episodi sfortunati: da giocatori che parano sulla linea senza guanti ai rigori col Santarcangelo ai due rigori che c’erano con L’Aquila al gol di oggi, quantomeno dubbio. Diciamo che con gli arbitraggi nelle ultime 5-6 gare siamo stati poco fortunati. Siamo anche poco fortunati noi, purtroppo subiamo poco e prendiamo sempre gol. Speriamo che giri. Speriamo che la seconda parte dell’anno possa essere più serena. Sappiamo che ci aspetta una seconda parte di stagione importante, dobbiamo conquistare la permanenza in categoria, lavoreremo fino alla fine per raggiungere il nostro obiettivo.

Sulle dichiarazioni del tecnico Brevi alla vigilia della gara con l’Ancona: “l’allenatore ha detto una cosa chiara: che chi non sta bene a Rimini noi non lo tratteniamo. È stato ancora più chiaro quando ha detto che se c’è qualcuno che pensa di essere venuto in vacanza a Rimini a novembre e dicembre, anche perché c’è freddo… Le parole dell’allenatore sono totalmente condivise dalla società. Ma al di là di questo, le valutazioni le farà il direttore, le faremo con calma a bocce ferme visto che abbiamo qualche giorno per riflettere. Faremo tutte le valutazioni del caso. Manca una partita alla fine del girone d’andata, quindi penso che elementi per valutare ce ne sono e molti.

Una cosa è certa: oggi abbiamo giocato contro una squadra che è nelle prime posizioni di classifica, io penso che se vinciamo 5-2 o 6-2 non rubiamo niente e questo la dice lunga su quanto non siamo stati in grado di dare quella che è la qualità di questa squadra. Considerando che oggi erano fuori giocatori come Della Rocca, Ricchiuti, De Martino, che è andato via qualche giorno fa, come Galli, come Signorini, quindi 5-6 giocatori importanti. Questo la dice lunga sulla qualità della rosa, poi purtroppo non siamo riusciti, tutti, a partire dalla società, a portare queste qualità sul campo perché la teoria è una cosa la pratica un’altra. Purtroppo sul campo 9 volte su 10 non abbiamo dato quello che dovevamo dare. Avremmo potuto avere anche qualche punto in più, che avrebbe fatto la differenza nel passare un Natale più sereno. Penso ci sia molto dal punto di vista caratteriale, non siamo riusciti a sfruttare il nostro potenziale”.

Sulle trattative per cessione di quote della società: “adesso non voglio più parlarne, visto le tante chiacchiere che sono state fatte che poi magari vengono utilizzate come scuse per giustificare certe prestazioni. Parliamo quando le cose sono fatte, pensiamo al campo. Siamo soli al momento, andiamo avanti da soli, con serenità, con impegno, come abbiamo sempre fatto, con serietà, con senso di responsabilità, facciamo quello che possiamo fare. Le porte sono aperte, speriamo che si possano concludere delle opportunità che, come ho sempre detto, sono rivolte solo ed esclusivamente alla possibilità di potenziare il progetto Rimini, ma non a parole, con i fatti”.

Altre notizie
di Icaro Sport
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO