Indietro
menu
Rimini Scuola

Asili ASP. Rinnovata la concessione anche per il 2016/17

In foto: il Bruco Verde
di Maurizio Ceccarini   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 30 dic 2015 12:31 ~ ultimo agg. 31 dic 09:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sul futuro dei due asili ASP deciderà la prossima amministrazione. La Giunta Comunale di Rimini ha infatti approvato la proroga della concessione all’Asp Valloni della gestione diretta dei nidi comunali “Cerchio Magico” di via della Rondine e “Bruco Verde” di via Sacco e Vanzetti anche per l’anno educativo 2016/2017. Sarà così consentita la regolare apertura delle iscrizioni.

La convenzione sottoscritta tra Comune e Asp Valloni prevede da parte dell’Amministrazione Comunale un contributo di 6.080 euro per ogni bambino per il periodo di frequenza da settembre a luglio compresi, per un totale di spesa di 608mila euro (la capacità ricettiva dei due plessi è di 100 posti bambino: 37 al nido di via Sacco e Vanzetti, 63 in via della Rondine). Il Comune, che mantiene la piena titolarità dei due asili, potrà intervenire in qualsiasi momento – ricorda l’Amministrazione – per verificare il corretto rispetto degli standard di qualità delle due strutture e verificare quindi  l’andamento della gestione sia sotto l’aspetto organizzativo sia educativo.

“In questo modo – sottolinea l’assessore ai servizi educativi Gloria Lisigarantiamo una continuità gestionale anche per il prossimo anno educativo, forti degli ottimi riscontri avuti in questi cinque anni di gestione da parte dell’Asp. Essendo questa Amministrazione in scadenza di mandato, abbiamo pensato fosse più opportuno che fosse la prossima giunta e il prossimo consiglio comunale a definire la migliore modalità gestionale, sulla base di una programmazione sul lungo periodo. Quindi abbiamo optato per una proroga che evitasse di creare discontinuità sotto il profilo non solo didattico, ma anche logistico”.

Contro l’ipotesi di privatizzazione in questa legislatura si sono impegnati in particolare i consiglieri Galvani (FDS), Brunori (IDV), Pazzaglia (Fare Comune) e Tamburini (5 Stelle) che avevano raccolto circa 700 firme per mantenere la gestione pubblica dei due asili, realizzati dall’Amministrazione Comunale.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO
di Andrea Polazzi