Indietro
menu
Politica Rimini

In Consiglio ieri Fiera, Casa del cinema e scintille, oggi il bilancio (diretta Newsrimini.tv)

In foto: (immagine Magnetofono 2.0)
di Maurizio Ceccarini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 22 dic 2015 17:36 ~ ultimo agg. 23:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nella seduta del Consiglio Comunale di Rimini ieri sera sono state approvate le delibere per l’aumento di capitale di Rimini Fiera, in vista della privatizzazione, e per la realizzazione della Casa del Cinema a palazzo Valloni.

In un clima che di natalizio ha avuto ben poco. Durante la discussione della delibera sulle aree da cedere in proprietà o in diritto di superficie. C’è stata la richiesta da parte della maggioranza di sospendere la seduta per verificare eventuali incompatibilità dei consiglieri. Richiesta stigmatizzata da Fabio Pazzaglia che l’ha definita un vero e proprio escamotage per prendere tempo in attesa dell’arrivo del sindaco. Se c’erano i numeri per approvare la delibera, mancava infatti un voto per l’immediata eseguibilità: “se vi serve l’immediata eseguibilità ve la do io, non facciamo giochini”.

“Alcuni consiglieri hanno chiesto informazioni e per dovere ho ritenuto di dover approfondire questa tematica”, ha spiegato il presidente del Consiglio Gallo. Lo stesso Pazzaglia ha chiesto con insistenza, e con termini quanto mai espliciti, che l’Amministrazione si faccia carico dei condomini Acer di via della Lama a Torre Pedrera, con 42 famiglie abbandonate in un territorio senza servizi. “Non si può discutere qui di una situazione di cui non si hanno gli elementi. Il tema deve essere e sarà approfondito”, ha replicato Sara Donati del PD.
Poi verso la fine della seduta Astolfi ha accusato la Franchini e la Moretti di fare accordi tra di loro su come comportarsi coi lavori consiliari. La Franchini ha parlato di dichiarazioni false e lesive chiedendo di sapere quale fosse il presunto accordo. Dura anche la replica della Moretti. Il presidente Gallo ha cercato di mediare invitando Astolfi a scusarsi. “Io non chiedo scusa a nessuno”, ha detto il consigliere, “e se ho leso la vostra onorabilità denunciatemi, ne discuteremo nelle sedi”.
Astolfi ha poi proposto di discutere anche il bilancio, a costo di fare le ore piccole. Ma Renzi di Fratelli d’Italia ha chiesto di rinviare per poter approfondire la materia. Alla fine il Consiglio ha approvato la richiesta di sospensione della seduta.

Alle 18 nuova seduta per discutere del bilancio. Diretta su Newsrimini.tv (canale 614)

Sulla delibera per la fiera interviene il capogruppo del PD Mattia Morolli con un pensiero particolare a chi non credeva nel percorso: “non c’è stata una domenica dove qualche “guru” o “super esperto” non ammoniva di svendere la Fiera a qualche privato purchè sia un privato. Così come era usuale leggere l’invito a vendere gli eventi di Fiera ( Sigep, Wellness, Ecomondo, TTG ) che tanto si sarebbe andati avanti uguale, magari riducendo ruolo e peso della Fiera stessa. Cosi come sul Palas contano i risultati: sono in oggettiva crescita gli eventi che si realizzano nella struttura. Se non ci fosse stato un coraggio, una sorta di lungimiranza in alcune scelte, se fossimo caduti nella fretta l’unica certezza sarebbe stato far cassa subito ma poi ritrovarsi con una città più povera”.

Notizie correlate
di Redazione