Indietro
mercoledì 28 ottobre 2020
menu
Eventi Rimini

1° Gennaio marcia della Pace. Insieme cristiani e musulmani: 'vinci l'indifferenza, conquista la pace'

In foto: la conferenza della marcia delle Pace
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 30 dic 2015 15:30 ~ ultimo agg. 31 dic 13:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 1.003
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il primo Gennaio a Rimini si terrà la marcia per la pace promossa dalla comunità Papa Giovanni XXIII in collaborazione con il coordinamento cittadino per la pace e all’interno del percorso del servizio diocesano per il progetto culturale ‘beati i costruttori di pace’. Il messaggio di quest’anno è rivolto al dialogo con l’islam, dopo l’ulteriore fattura che si è creata con gli attacchi di Parigi. Partenza alle 15, arrivo sul sagrato della cattedrale.  Alle 17.30 la Messa.

La guerra in Siria ci è sembrata lontana, fino agli attentati di Parigi. Lì ci siamo accorti che l’indifferenza non era la risposta giusta. Vinci l’indifferenza, conquista la pace. Sottotitolo: ‘siamo tutti sulla stessa barca’, il messaggio scelto da Papa Francesco per la 49 esima giornata mondiale per la pace, è il titolo della marcia di quest’anno. Tre tappe di un cammino insieme alla comunità musulmana di Rimini: la prima, alla partenza alle 15 al campo sportivo della parrocchia di San Nicolò dove il Vicario del Vescovo monsignor Luigi Ricci e l’Imam Murad Ayadi della Moschea di Corso Giovanni XXIII di Rimini leggeranno e commenteranno passi del Vangelo e sunne del Corano. La seconda, in piazzetta Castelfidardo in centro storico, la terza, ultima tappa, sul sagrato della cattedrale di Rimini. L’animazione sarà curata dai giovani musulmani d’italia, sezione di rimini.

 

Antonio de Filippis, responsabile di operazione Colomba, il corpo civile non violento della papa giovanni XXIII Antonio De Filippis

Mario Galasso membro del coordinamento cittadino ‘Rimini per la pace’ e responsabile dell’ufficio missionario diocesano, ha ricordato, con i numeri, quanto Rimini sia una città attenta al sociale, all’integrazione, alla convivenza pacifica. Secondo il censimento istat del 2013 gli enti del terzo settore a Rimini sono 1.200, coinvolgono 25.000 persone, 600 le associazioni di volontariato, 76 le cooperative sociali.

Amina e HalimaIn rappresentanza della comunità musulmana di Rimini hanno partecipato Halima Osman Hers e sua figlia Amina Ballabio, rappresentante giovani Musulmani d’Italia,  sezione di Rimini.

http://www.operazionecolomba.it/

 

[kaltura-widget uiconfid=”30012024″ entryid=”0_omxmm1me” width=”447″ height=”397″ /]

 

Altre notizie
Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO
di Redazione