lunedì 22 luglio 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto Visualizzazioni 1.448 visite
mar 3 nov 2015 15:42 ~ ultimo agg. 4 nov 13:15
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto Visualizzazioni 1.448
Print Friendly, PDF & Email

Gianclaudio Marengo, il 30enne del Running Team di San Patrignano del quale non si avevano più notizie dopo che domenica aveva concluso la maratona di New York (vedi notizia), si è presentato spontaneamente a un presidio di sicurezza a Manhattan. E’ in buone condizioni di salute ed è stato ricoverato in via precauzionale per accertamenti e una visibile disidratazione. La Comunità di San Patrignano ringrazia l’Ambasciata e il consolato italiano e le forze dell’ordine americane, per il loro pronto operato e la collaborazione.

Foto del New York Police Department

La comunità precisa che, contrariamente a quanto diffuso inizialmente, “Gianclaudio non aveva nessun disturbo mentale, non era soggetto a trattamento psichiatrico né sottoposto a terapie con psicofarmaci. Era certamente una persona fragile, vulnerabile e molto emotiva che dopo anni di tossicodipendenza aveva trovato un’opportunità di recupero a San Patrignano. Si trovava in Comunità da oltre tre anni, impegnato nel laboratorio di falegnameria dove stava trovando una sua realizzazione professionale. Nella corsa, sport praticato da tanti ragazzi in Comunità, aveva scoperto una nuova passione, tanto grande che la Comunità aveva deciso di premiarlo inserendolo nel San Patrignano Running Team. Pochi mesi fa era stato a far visita per la prima volta alla sua famiglia”.

Da tre anni il Running Team di San Patrignano partecipa alla maratona di New york.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna