mercoledì 23 gennaio 2019
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
ven 6 nov 2015 12:51 ~ ultimo agg. 17:54
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Piazza Tre Martiri, cuore del centro riminese, rischia di passare un Natale al buio. I commercianti dell’area sono divisi sul da farsi: alcuni sono disponibili a contribuire economicamente, altri solo in parte o per nulla. Poco il tempo per trovare una soluzione, visto che corrente elettrica e allacci vanno pagati con 13 giorni d’anticipo e l’accensione delle luminarie è prevista per il 28 novembre. La Confcommercio, che negli anni passati si era impegnata a raccogliere i soldi, si è chiamata fuori per via di una situazione troppo frammentata. “Sarebbe davvero un peccato imperdonabile se piazza Tre Martiri rimanesse al buio o fosse illuminata solo a ‘pezzi’.” Questo il commento dell’assessore alle attività produttive Jamil Sadegholvaad che, dopo aver spiegato che quest’anno le luminarie avranno il compito di ‘fare luce’ sui luoghi che in questi mesi sono stati oggetto di riqualificazione, lancia un appello: “non possiamo imporre a commercianti ed esercenti di contribuire alle luminarie, né possiamo far loro i conti in tasca, ma mi appello alla sensibilità degli operatori economici e commerciali affinché ci si renda conto del danno che si arrecherebbe all’immagine della città e agli stessi esercenti dell’area se la sua piazza principale non si presentasse all’altezza del resto del centro storico. Sono sicuro che questo appello verrà accolto”.

Altre notizie
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna