domenica 20 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
mer 18 nov 2015 08:15 ~ ultimo agg. 17:58
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Undici cassette con i resti di 11 persone decedute sono state ritrovate il 5 ottobre scorso in un loculo del cimitero di Cerasolo di Coriano. Le hanno scoperte gli addetti dopo averlo smurato per consentire la tumulazione di un defunto: il loculo però doveva essere vuoto. Su 7 cassette erano appuntati i nominativi di persone che però non figurano nei registri del cimitero, 4 invece erano addirittura prive di qualsiasi indicazione. La Procura ha aperto un fascicolo sulla vicenda. Delle indagini si sta occupando la polizia municipale di Coriano – Riccione.

Piena fiducia nella magistratura esprime l’amministrazione comunale di Coriano che evidenzia come “la situazione dei cimiteri sia una delle tante dove regnava enorme confusione” al momento dell’insediamento della nuova giunta nel 2013. Da alcuni mesi è partito un lavoro di raccolta delle concessioni cimiteriali, spiega il comune sparse un po’ ovunque senza neppure un barlume di logica archivistica cosa che rende “la ricerca del legittimo concessionario del loculo complicatissima, se non a volte impossibile”. Tutte le concessioni trovate vengono ora digitalizzate ed inserite in un software.
L’amministrazione evidenzia poi l‘assenza di numeri progressivi nelle concessioni che in molti casi non indicano neppure la durata che dovrà così essere desunta da altri fattori come le tariffe applicate all’epoca del rilascio e gli atti deliberativi di oltre settanta anni fa.

Altre notizie
di Simona Mulazzani
FOTO
Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna