lunedì 21 gennaio 2019
In foto: Un momento dell'incontro-lezione di Philippe Daverio a Ecomondo
di -   
lettura: 1 minuto
gio 5 nov 2015 09:00 ~ ultimo agg. 11:27
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

5Il mondo industriale ha radicalizzato i nostri diritti, ma il di più arrivato col benessere ha prodotto il problema della gestione dei rifiuti. Oggi si vive una terza fase con l’invenzione del riciclaggio dei materiali: la capacità di ridare vita a ciò che non si usa più. Una “genialità”: così ha definito il riuso quasi infinito della plastica – materiale non nobile – Philippe Daverio. Storico dell’architettura, famosissimo personaggio televisivo, conduttore di trasmissioni dedicate a arte e cultura, ha tenuto in questi giorni a Ecomondo una lezione non sull’arte, ma proprio sulla plastica e le sue mille vite.

Le potenzialità del processo di riciclo della plastica sono state capite in particolare in Italia, ha spiegato Daverio ai tanti ragazzi che sono arrivati ad ascoltarlo: l’Italia è una nazione per eccellenza di “recuperatori”, molto più (anche se non sempre si dice) degli altri paesi europei, ha spiegato. Lo confermano i dati: solo nel 2014 sono stati raccolti 830mila tonnellate di imballaggi (+8% rispetto all’anno precedente), 350mila dei quali hanno prodotto energia pulita e calore, che altrimenti sarebbe stata prodotta da combustibili fossili.

Guarda il video:

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna