mercoledì 16 gennaio 2019
di Roberto Bonfantini   
lettura: 3 minuti
mer 18 nov 2015 23:00 ~ ultimo agg. 19 nov 17:48
Print Friendly, PDF & Email
3 min
Print Friendly, PDF & Email

LA NTS CRABS RIMINI VINCE L’AMICHEVOLE COL SENIGALLIA 61-48

Questa sera Rimini ha affrontato Senigallia in allenamento. Una vecchia conoscenza, avversaria di tante battaglie che quest’anno disputa la serie B nel girone D, quello del sud.

All’inizio i biancorossi confermano tutte le perplessità della scorsa domenica e perdono il primo quarto 12 a 18. Sapendo che Foiera è fermo e che anche Perez osserva un fermo precauzionale (ma domenica ci sarà) c’è molto spazio per Meluzzi, Balic e Chavdarov e si gioca in otto. Anche i marchigiani si presentano in otto e partono molto bene rimarcando ogni errore dei riminesi, che per non farsi mancare niente ne commettono parecchi.

Il secondo non migliora un granché, ma almeno il quarto rimane in equilibrio e visto che si azzera il punteggio ogni 10′ si chiude sull’11 a 11.

Nel terzo cambia tutto e quei quattro gatti in tribuna (quattro non è un eufemismo, è un numero preciso), che non sono stati messi in fuga dai deludenti primi 20 minuti, possono finalmente vedere giocare con la giusta intensità e proporzionale voglia di fare canestro. I “granchi” eseguono gli schemi e vanno al tiro con determinazione ed il 21 a 6 del tempino parla da solo.

Nell’ultimo quarto cala un po’ l’intensità ma non il controllo e si chiude in scioltezza con Rimini avanti 17 a 13.

Totale 61 a 48, con parecchi errori al tiro e molte distrazioni difensive.

Difficile trarre conclusioni, particolarmente quelle positive, e non è nemmeno il momento di trarne. Personalmente resto convinto che ci siano ampi margini di miglioramento: sia sotto l’aspetto dei singoli, alcuni dei quali non sono ancora arrivati a dare il massimo, che sotto l’aspetto del gruppo (allenatore compreso), che deve ritrovare l’omogeneità necessaria senza la quale non si vince.

Daniele Bacchi

LA NOTA DELLA SOCIETA’ BIANCOROSSA
Si è conclusa con una vittoria della NTS l’amichevole per 61-48 disputata mercoledì sera al Flaminio contro Senigallia, formazione incontrata più volte nel corso delle stagioni passate, impegnata quest’anno nel girone D di serie B. Privi di Foiera, che rimarrà fermo ai box per qualche settimana, e di Perez, che però domenica sarà in ogni caso della partita, i biancorossi faticano in avvio: troppi gli errori degli uomini di Mladenov, mentre dall’altra parte i marchigiani sono più precisi e chiudono il primo quarto sul 12-18: nel secondo parziale la musica non cambia, le squadre in campo non riescono a produrre un bel basket, e ne è un’eloquente dimostrazione il punteggio finale, 11-11. Nella terza frazione, la NTS riesce finalmente ad esprimere la sua pallacanestro e chiude il quarto sul 21-6: durante gli ultimi 10’ l’intensità dei biancorossi cala leggermente, ma Senigallia non ne approfitta e così Rimini vince anche questo parziale 17-13, per il 61-48 finale.

“L’amichevole di mercoledì sera è stata un buon test per noi – dichiara Adrian Chiera, guardia classe ’94 della NTS –, abbiamo giocato con tanta intensità, anche se dobbiamo cercare di farlo per tutti i 40’: penso che comunque ci siano stati segnali positivi”.

E di segnali positivi ce n’è bisogno per i Crabs, chiamati a rialzare subito la testa dopo lo scivolone nel deby contro la Raggisolaris di domenica scorsa, che ha complicato le cose per quanto riguarda le ambizioni della NTS, con i granchi che adesso sono rimasti invischiati nelle paludi di metà classifica a quota otto punti.

“Per quanto riguarda la partita contro Faenza, non siamo riusciti a giocare con continuità, abbiamo avuto momenti molto buoni e momenti no: dobbiamo quindi cercare di essere più regolari, giocando tutta la partita al 100% senza rilassamenti o cali di concentrazione. Penso di non aver fatto male nelle ultime partite – prosegue il nativo di Cordoba, che sfiora la doppia cifra di media, grazie ai 9.4 punti ad uscita, conditi da 2.8 rimbalzi e 1.8 assist – riguardando le ultime gare giocate, ho visto molte cose positive da parte mia, ma ancora ho molto da correggere e da migliorare, in particolare nell’ultimo match ho avuto delle difficoltà sui cambi difensivi che non dovrò più avere”.

Si volta quindi pagina, a partire dal prossimo impegno della NTS, domenica ancora in casa contro Torino, squadra da non sottovalutare nonostante i due punti in classifica.

“Dovremo arrivare alla partita contro i piemontesi carichi e concentrati, per aggredire la gara a
partire dalla palla a due: non dobbiamo assolutamente lasciarci distrarre dal fatto che hanno vinto solo una volta e non bisogna prendere sottogamba il match. Dovrà essere la partita per far vedere quanto siamo forti e dimostrare al pubblico le nostre capacità
– conclude Chiera – dato che parlando con la squadra pensiamo di non aver ancora dimostrato appieno il nostro potenziale”.

Altre notizie
di Icaro Sport
VIDEO
di Roberto Bonfantini
VIDEO
di Icaro Sport
VIDEO
Notizie correlate
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna