giovedì 17 ottobre 2019
menu
In foto: la sede della Regione Emilia-Romagna
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
lun 16 nov 2015 13:31
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

16,8 milioni dalla Regione alle Unioni dei Comuni per le gestioni associate di funzioni e servizi. In provincia di Rimini ne arriveranno oltre 798 mila, poco meno di 160mila per l’Unione della Valconca e oltre 638mila per quella della Valmarecchia.
I contributi saranno assegnati in base ai criteri stabiliti dal Programma di riordino territoriale 2015-2017 che “prevede parametri che premiano sempre più la qualità delle Unioni – spiega l’assessore regionale al Riordino territoriale Emma Petitti e che sono stati elaborati da un gruppo di esperti regionali e delle associazioni degli Enti locali, Anci e Uncem. Siamo in presenza di un grande impegno da parte dei Comuni – sottolinea Petitti – e di un maggior numero di Unioni solide ed integrate, come dimostra il fatto che sono aumentate anche le realtà che, sempre secondo i nuovi criteri stabiliti nel bando, hanno diritto ad un contributo pieno. Noi verificheremo i risultati di questo primo anno di applicazione del Piano, per aumentarne l’efficacia, e continueremo a lavorare insieme ad Anci ed Uncem – conclude l’assessore – per definire per il 2016 anche gli indicatori di efficienza ed efficacia e aiutare ancor di più gli amministratori locali a garantire e migliorare i servizi pubblici per i cittadini e le imprese”.
Nei prossimi giorni la Giunta adotterà la delibera per assegnare i fondi 2015, che saranno ripartiti sulla base del numero e della consistenza delle funzioni gestite, della popolazione, del territorio, del numero dei Comuni dell’Unione e dell’economicità della gestione delle funzioni.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna