venerdì 6 dicembre 2019
menu
Attualità Valconca

Comune di Monte Colombo e Montescudo, via libera in Regione. In arrivo 447.000 €

In foto: i due (ex) comuni
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 18 nov 2015 17:30
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Dopo i referendum che hanno dato il via libera alle fusioni, l’Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna ha approvato all’unanimità le unioni tra Monte Colombo e Montescudo, Granaglione e Porretta Terme (Bo), Polesine Parmense e Zibello (Pr). I nuovi comuni saranno effettivi dal 1° gennaio.

Il nuovo comune di Monte Colombo e Montescudo ha una popolazione complessiva di 6.838 abitanti su una superficie di circa 32 km quadrati. Le leggi di fusione prevedono contributi correnti annuali per 15 anni e contributi straordinari in conto capitale per un triennio, che si assommano a contributi statali per la durata di 10 anni. A decorrere dal 2016 per il primo triennio il nuovo comune disporrà di 447.000 euro.

“Il voto di oggi in aula è un risultato che denota la grande consapevolezza delle opportunità offerte ai territori dai percorsi di fusione, che la Regione sostiene fortemente, assecondando la volontà espressa dalle collettività interessate”, commenta l’assessore regionale al Bilancio, Emma Petitti.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna