martedì 16 luglio 2019
menu
In foto: La presentazione delle due squadre
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 21 nov 2015 21:26
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

CALCIO A 5. ASS. CLUB-RIMINI 4-0

IL TABELLINO
ASS. CLUB: Alessandrini, Fabbri, Simbolo, Scaranari, Gambetti, Caramalli, Pupa, Bacci, Costa, Naldi, El Batal. All. Selvatici.

RIMINI: Ciappini, Barducci, Belloni, Faedi, Toscano, Gasperoni, Carta, Piergallini, Marani, Ercolani, Marinelli, Pasqualini. All. Germondari.

ARBITRI: Tarantino e Matera di Forlì.

RETI: 8′ pt Scaranari, 17′ pt Naldi, 8′ st El Batal 31′ st Scaranari.

CRONACA E COMMENTO
Quando una squadra costruita per salvarsi balza in solitaria al comando della classifica, addiruttura dopo 23 anni, la soddisfazione è immensa. Quindi, prima o poi, è da tenere in conto il risveglio dal sogno, perché l’obiettivo era e rimane un altro. Il problema del Rimini è di aver anticipato “l’allarme”, dal momento che quello contro l’Ass. Club era uno scontro salvezza da non sbagliare assolutamente. Male ma non malissimo, anzi, considerando l’avvio strepitoso, una nota stonata ci può anche stare, purché serva da lezione.

Venendo al match, i biancorossi accellerano le operazioni ma Belloni e Pasqualini sprecano, cosa che non fa Scaranari all’8′, abile a sfruttare un contropiede e a fulminare Ciappini per l’1-0. Capitan Carta, recuperato in extremis, fallisce la clamorosa occasione del pari, invece i padroni di casa sono implacabili e raddoppiano al 17′ con Naldi approfittando di un’altra ingenuità delle maglie biancorosse, in realtà giallo fluo. Da segnalare anche la chance sui piedi di Faedi, che non crea problemi ad Alessandrini.

Nella ripresa ci prova subito Toscano, al ritorno dopo la lunga assenza e uno dei migliori in campo. All’8′ El Batal sfrutta al meglio una conclusione finita sulla traversa per dilagare nel punteggio. L’Ass. Club insiste con Caramalli ma Ciappini risponde presente, al 17′ è il turno di Gasperoni che però non trova il gol della bandiera, Germondari opta per la carta del portiere in movimento e nel recupero arriva il poker di Scaranari a porta sguarnita.

Ecco il commento di mister Davide Germondari: “è una questione di testa, avevo paura di questo calo mentale, è mancata la cattiveria vista contro Ravenna, mi dispiace soltanto perché contro i biancazzurri si trattava di uno scontro salvezza, avrei preferito perdere sabato prossimo contro l’Olimpia Regium, che invece si gioca il campionato. Purtroppo abbiamo pagato gli errori tecnici, torniamo sulla terra. Mi aspettavo di più dai trascinatori, siamo stati troppo molli regalando i primi due gol, anche se la squadra ha creato parecchio. Il nostro avvio di campionato resta ottimo, quindi ora cercheremo di riscattarci in fretta”.

Luca Filippi
Addetto comunicazione Calcio a 5 Rimini

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna