domenica 15 dicembre 2019
menu
Tecnologia

Arriva Bluenext: a Rimini nasce un polo tecnologico avanzato

In foto: Bonfiglio Mariotti, presidente di Bluenext
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti Visualizzazioni 4.444 visite
mer 18 nov 2015 10:45 ~ ultimo agg. 23:27
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 4.444
Print Friendly, PDF & Email

Un cambiamento culturale a favore dell’innovazione: a partire dalla sede dove si lavora, dal modo di operare in azienda, fino alla gestione dei rapporti coi clienti, con le aziende partner. Ma non solo. Perchè la nascita a Rimini di Bluenext promette di dare un apporto importante alla città.

Cos’è Bluenext?

E’ la terza azienda in Italia del settore dei software per professionisti a capitale interamente italiano e la quinta forza di mercato in termini assoluti. Una novità messa nero su bianco il primo novembre scorso, che però nasce dalla fusione di due aziende con una lunga esperienza nel mondo del software:  Italstudio, nata a Santarcangelo venticinque anni fa, e la catanese Sistemidata. Per intenderci, oggi in Italia 8.000 commercialisti, 10.000 imprese e 100.000 addetti usano quotidianamente i software Bluenext. L’azienda è fornitrice per il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei commercialisti di un servizio per la gestione della fatturazione elettronica (Espando.it). Tra i suoi prodotti ha anche dispositivi per la firma elettronica avanzata. Insomma, opera in tutti quei campi legati all’innovazione digitale oggi salutati come fondamentali per lo sviluppo futuro dei servizi alle aziende e alle persone.

Una sede tutta nuova in città

Una sede operativa, oltre che a Catania, è anche a Pistoia, ma a Rimini c’è la sede direzionale. L’obiettivo dell’azienda è creare qui un polo tecnologico avanzato, che occupi circa 100 collaboratori. Per questo è in preparazione una nuova sede alle Celle (collocata nell’ex sede Audi, ristrutturata dallo studio archiNOW), che avrà spazi organizzati a misura di persona, moderni e funzionali. Spiega Bonfiglio Mariotti, presidente di Bluenext e anche di Assosoftware, l’associazione nazionale di categoria facente parte di Confindustria: “Bluenext sarà un punto di riferimento tecnologico in provincia e la nuova sede sarà il centro direzionale di una realtà imprenditoriale di rilevanza nazionale. Abbiamo un nuovo direttore generale, Stefano Righi, che proviene dal sole 24 Ore-ESA e possiede le competenze necessarie per valorizzare al meglio le risorse impegnate in Bluenext. Nella nuova azienda l’occupazione non sarà soltanto mantenuta, sarà incrementata inserendo nuove competenze dell’era digitale. Attualmente le figure ricercate sono degli analisti esperti fiscali, tipicamente giovani commercialisti con forti competenze digital”.

Notizie correlate
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna