mercoledì 23 gennaio 2019
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto
ven 6 nov 2015 08:32 ~ ultimo agg. 15:28
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

E’ stato condannato a due anni e 20 giorni di reclusione, da iniziare a scontare ai domiciliari, il 23enne barelliere dell’ospedale Ceccarini, arrestato dopo aver accoltellato al pronto soccorso di Rimini un 26enne, reo, secondo l’accoltellatore, di non avergli restituito un prestito di 500 euro.

Al feritore però non era stato contestato il tentato omicidio ma solo lesioni personali aggravate. L’aggressione era iniziata in un bar di Miramare dove i due si erano messi a discutere per la restituzione del debito.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna