giovedì 24 gennaio 2019
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto
gio 29 ott 2015 16:21
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Oltre 350 studenti delle scuole superiori riminesi hanno partecipato oggi nella sala del giudizio al Museo della città alla prima lezione del seminario: “Quel che resta di un uomo. Vivere, sopravvivere, resistere e morire sotto la dittatura nazionalsocialista (1933-1945)”.

Il tema affrontato con i ragazzi, tutti di quinta superiore, è l’umano e il disumano sotto la dittatura nazista di Adolf Hitler e dei suoi collaboratori. Il seminario fa parte dell’attività di educazione alla Memoria promossa dal Comune di Rimini. Il vicesindaco Gloria Lisi ha portato il saluto dell’Amministrazione è poi intervenuto lo storico Francesco Maria Feltri sul tema “Si fa presto a dire lager… Per una memoria più rigorosa (e quindi più esigente)”, incentrato sugli stereotipi e le approssimazioni che spesso sono legate al racconto dei “luoghi della memoria”.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna