martedì 22 ottobre 2019
menu
Attualità Rimini

La notte di Don Oreste, i giovani della comunità incontreranno poveri ed esclusi

di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 31 ott 2015 15:18 ~ ultimo agg. 1 nov 21:12
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

“Concedici per sua intercessione, secondo la tua volontà, la grazia che imploriamo”. E’ uno dei passaggi della preghiera con cui invocare una grazia a Dio chiedendo l’intercessione di don Oreste Benzi. Il testo è stato diffuso nei giorni in cui si ricorda l’8° anniversario della morte, avvenuta la notte tra l’1 e il 2 novembre 2007.
Il pieghevole, che contiene oltre alla preghiera anche una breve biografia, invita a segnalare eventuali grazie ricevute, che potrebbero essere utili per la causa di beatificazione del “servo di Dio sacerdote Oreste Benzi”.
Il processo per la causa di beatificazione si è aperto il 27 settembre 2014 e “degli oltre 100 testimoni previsti, ne sono stati ascoltati poco più di 20 spiega don Giuseppe Tognacci, giudice delegato dal Vescovo a guidare l’inchiesta. Ogni testimone richiede varie sedute di lavoro visto che viene interrogato seguendo una griglia di 150 domande, messe a punto dal cosiddetto “avvocato del diavolo”, padre Victorino Casas Llana. “Per terminare il lavoro” anticipa Don Giuseppe “ci vorranno 2-3 anni”.
Intanto per tenere viva la memoria del fondatore, la Comunità Papa Giovanni ha organizzato una serie di appuntamenti, in Italia e nei 35 Paesi del mondo in cui è presente. Stasera è prevista La notte di don Oreste: a Rimini si parte alla 20.45 alla chiesa di Sant’Agostino con l’adorazione. Poi i gruppi andranno ad incontrare immigrati, barboni, vittime della prostituzione ed ex carcerati. A l’una di notte il ritorno a Sant’Agostino per la messa conclusiva. Domani al cimitero di Rimini la “preghiera per i bambini non nati”, mentre il 2 novembre, anniversario della morte, alle 20.30 nella sua parrocchia della Resurrezione ci sarà la celebrazione solenne col Vescovo.
“Vogliamo non solo ricordare e far conoscere don Oreste ma anche rilanciare le sue intuizioni profetiche, quanto mai attuali – sottolinea Giovanni Ramonda, suo successore alla guida della Papa Giovanni – per questo ci saranno anche occasioni di incontro con i poveri e gli esclusi che tanto gli stavano a cuore”.

Altre informazioni ed iniziative si possono trovare sul sito:
http://www.apg23.org/it/don_oreste_benzi/nascita_al_cielo/

Notizie correlate
di Lamberto Abbati   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna