sabato 19 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
ven 30 ott 2015 15:27 ~ ultimo agg. 16:21
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Questa mattina il sindaco di Rimini e delegato ANCI per il turismo Andrea Gnassi è stato tra i relatori del convegno ‘Tra Expo e Giubileo’ al Lingotto di Torino insieme a Piero Fassino e Giuliano Pisapia. Alla fine è stata condivisa la proposta di fare del Giubileo, che si aprirà l’8 dicembre e durerà un anno, quello che l’Expo è stato per Milano, ovvero che attorno a Roma e all’esaltazione della spiritualità possano essere promossi e valorizzati le decine di altri percorsi (di arte, fede, spiritualità) in centinaia di altri luoghi dell’Italia.

L’impatto dei visitatori di tutto il mondo non può essere limitato alla sola città eterna, è stato sottolineato, ma deve diventare l’occasione affinché il Paese – come è stato con Expo- possa avere uno straordinario rilancio come destinazione turistica in ambito mondiale. Fassino, Gnassi e Pisapia hanno lanciato come prima proposta simbolica, sulla scorta del progetto ‘Il Giubileo, l’Italia, i luoghi’ (che evoca la grande mostra che si è svolta ad Expo ‘Giotto, l’Italia, i luoghi’) di illuminare in modo suggestivo nelle città i luoghi della fede, le chiese, le cattedrali più prestigiose. A Rimini potrebbe essere il Tempio Malatestiano.

“Il dopo Expo ci lascia la maturità e la consapevolezza di dover creare proposte concrete attorno ai talenti che abbiamo. Bisogna creare progetti e collegamenti a importanti momenti che offriamo al mondo costruendo una politica industriale che guarda al turismo come fattore strategico e non fai da te. Non basta il tuo campanile ma ci vuole un intero Paese fatto di logistica e importanti motori di attrazione come Expo”. Il convegno si è tenuto nel corso della XXXII Assemblea nazionale dell’Anci Al Lingotto di Torino.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Andrea Polazzi
VIDEO
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna