venerdì 24 maggio 2019
In foto: Un time out del Calcio a 5 Rimini
di Roberto Bonfantini   
lettura: 2 minuti
sab 17 ott 2015 20:39
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

YOUNG LINE IMOLA-RIMINI 0-1

YOUNG LINE: Impagnatello, Trerè, Di Leo, Frau, Menghetti, Longari, Liverani, Ricciardelli, Lippolis, Neri, Aprili, Pasini. All.: Callegari.

RIMINI: Ciappini, Tarantini, Ercolani, Belmonte, Marinelli, Faedi, Moroni, Vitali, Toscano, Carta, Piergallini, Marani. All.: Traviglia.

RETE: 25′ st Aprili (autorete).

IMOLA. Il Calcio a 5 Rimini firma l’impresa. Dopo l’incoraggiante debutto di sabato scorso contro il Ponte Rodoni i biancorossi si confermano vittoriosi anche nel formato da trasferta e proseguono una marcia da sogno a punteggio pieno. Questa volta a farne le spese è stata una formazione tutt’altro che sprovveduta, ovvero lo Young Line Imola, da sempre considerata una delle più forti del girone. Altro giro, altra corsa, altro 1-0. Basta poco al Rimini per un posto al sole, addirittura senza subire reti, elemento tecnico rarissimo nel futsal. Certo, ancora il cammino è lunghissimo e irto di insidie ma come si dice, chi ben comincia è a metà dell’opera.

Il Rimini sale a Imola con una formazione ancora una volta giovanissima, senza i nazionali sammarinesi Belloni, Barducci e Pasqualini ma con un graditissimo ritorno, quello di Moroni, che si tratta metaforicamente di un grande colpo di mercato.

I padroni di casa cercano di fare la partita ma nella prima frazione non riescono a rendersi troppo pericolosi nella porta difesa con grande classe da Ciappini, uno dei migliori in campo, mentre da segnalare la grande occasione biancorossa di Toscano che praticamente ha sprecato a porta spalancata.

Nella ripresa Imola mette i piedi sull’acceleratore ma il fortino Rimini tiene con ordine. Non solo, perché nelle ripartenze gli adriatici pungono e a cinque minuti dal termine compiono il blitz. Ancora una volta su palla inattiva, in questo caso un calcio d’angolo, capitan Carta calcia il pallone che trova la sfortunata deviazione del portiere di casa Arpili. Lo Young tenta l’assalto disperato con il portiere in movimento negli interminabili sei minuti di recupero ma Rimini regge e festeggia l’ennesima meraviglia.

Era in tribuna lo squalificato Davide Germondari, uno degli artefici di questo avvio sprint del Rimini. L’allenatore esulta con la cautela del caso: “arrivare in emergenza a una partita per noi è una situazione ordinaria, ovviamente sono contento di questo grande risultato contro una formazione esperta, un inizio del genere era inaspettato. I ragazzi si stanno appassionando, l’età media è bassa ma stiamo facendo benissimo. Lo Young ci ha sottovalutato? Non lo so, forse potrebbero averlo fatto inizialmente, ma poi non sono riusciti a segnare. Il bilancio è più che positivo ma non abbiamo ancora fatto niente. Sabato prossimo il derby con il Ravenna è stato rimandato ma nessun problema perché avremo modo di allenarci nel trofeo “Città di Rimini” in programma sabato al Flaminio a partire dalle 14 contro Delfini e Viserba”.

Luca Filippi
Addetto comunicazione Calcio a 5 Rimini

Notizie correlate
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna