lunedì 24 giugno 2019
menu
In foto: un momento delle premiazioni (foto Giorgio Salvatori)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
dom 6 set 2015 14:30 ~ ultimo agg. 14:37
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Si è svolta ieri sera la premiazione della prima edizione del concorso internazionale del giornalismo d’inchiesta video promosso dall’associazione Dig. Hanno partecipato 280 autori provenienti da tutto il mondo. A condurre la premiazione la Iena Sabrina Nobile.

I vincitori: Martin Boudot e Jules Giraudat con ‘The real price of your mobile phone’ per la sezione Videoreporting Inchieste, Xavier Muntz con ‘Surrounded by Isis’ per la sezione Videoreporting Reportage, Valerio Muscella ePaolo Palermo con ‘Hotel 4 stelle’ per la sezione Crossmedia Reporting, Marcello Brecciaroli, Manuele Bonaccorsi eSalvatore Altiero per la sezione Focus on Italy, con il progetto ‘Italian Offshore. Who wins and who loses in the new oil rush in the Italian sea?’ sono i vincitori della prima edizione del Dig Award.

Nella sezione che tratta temi di rilevanza civile ed economica per il Premio Coop Cibo, consumi e ambiente” ha vinto Paul Moreira con l’opera ‘Transgenic Wars’. Nella sezione speciale DIG Data dedicata al data journalism del DIG Award, hanno vinto Iacopo Ottaviani e Isacco Chiaf con l’opera ‘E-Waste Republic’.

Ricorda il presidente dell’associazione Dig Matteo Scanni: “L’Associazione esiste per creare un network internazionale di giornalisti di qualità: Il suo obiettivo è contribuire alla produzione di storie importanti per il pubblico europeo e offrire una casa dedicata al giornalismo d’inchiesta.”

www.associazionedig.org

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna