Indietro
menu
Attualità Rimini

Valori riscatto V Peep. Brasini: 36% in meno su delibera 2013

In foto: L'assessore Brasini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 12 dic 2014 17:20 ~ ultimo agg. 13 dic 15:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le somme che i cittadini del V Peep di Rimini potranno pagare, scegliendo di procedere al riscatto del proprio alloggio, saranno inferiori circa del 36% in media rispetto a quelle indicate nella precedente delibera del 2013. Lo ha affermato questa mattina in Commissione Consiliare l’assessore comunale al Bilancio Gian Luca Brasini. L’assessore ha riepilogato le iniziative di Giunta, Consiglio e uffici per venire incontro ai cittadini, ma anche dei parlamentari locali che hanno portato il “caso Rimini” a Roma come spunto per un’iniziative legislativa nazionale.

Nelle prossime settimane gli uffici invieranno alle famiglie interessate una lettera con la quale saranno riepilogate tutte le tappe del percorso e dove saranno presentate le nuove possibilità offerte attraverso i provvedimenti messi in atto e gli adeguamenti applicati.

Per quanto riguarda invece l’aspetto legato ai maggiori oneri di esproprio,sul piano giudiziario non ci sono stati sviluppi favorevoli ai cittadini ricorrenti, sia del V come degli altri Peep, “a testimonianza – commenta Brasini – che l’azione dell’amministrazione comunale finora è stata corretta sotto il profilo tecnico-amministrativo”.

Sulla questione dei valori di riscatto “La politica ha fatto il massimo – ribadisce Brasini – anche per porre rimedio ad una inerzia che si è protratta negli anni; ci si è mossi usando tutti gli strumenti possibili, per cercare di mettere nelle migliori condizioni i cittadini affinché potessero diventare pieni proprietari delle abitazioni e quindi poter vendere a prezzi di mercato

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO