Indietro
venerdì 26 febbraio 2021
menu
Icaro Sport

Rimini-Jolly Montemurlo 4-0, tabellino, cronaca, dopogara, video e fotogallery

In foto: Il sopralluogo della terna
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
dom 7 dic 2014 14:14 ~ ultimo agg. 19 gen 12:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min Visualizzazioni 7.330
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

IL TABELLINO
RIMINI: Dini, Calori, Di Nicola, De Martino (29′ st Di Deo) , Cacioli, Di Maio, Berardi, Torelli, Pera, Ricchiuti (34′ st Tedesco), Masini (18′ st Spinosa). A disp.: Carezza, Addessi, Bussaglia, Martinelli, Verdone, Versienti. All. Cari.

JOLLY MONTEMURLO: Biagini, Olivieri, Michelotti, Raimondo, Lamma, Mazzanti, Di Vito (29′ st Ceccarelli), Lupetti, Pinzauti (32′ st Sardini), De Gori, Giovannelli (37′ st Cappellini). A disp.: Gelli, Frosini, Lulja, Cela, Lenzini, Andreozzi. All. Settesoldi.

ARBITRO: Carella di Bari.

RETI: 16′ pt, 33′ st e 42′ st Pera, 26′ st Ricchiuti.

AMMONITI: De Martino, Mazzanti, Ricchiuti, Di Nicola, Raimondo, Torelli, Raimondo.

NOTE: Spettatori: 1.350. Calci d’angolo: 7-1 per il Jolly Montemurlo (primo tempo 2-0). Recupero: 0’ e 3’.

Serie D girone D

CRONACA
Il Rimini con il Jolly Montemurlo per battere se stesso. I biancorossi vogliono migliorare il primato di 8 successi di fila. La partita è a rischio a causa della pioggia, che manda in crisi il drenaggio del Romeo Neri. La terza fa un lungo sopralluogo sul manto erboso, facendo rimbalzare il pallone in diversi punti, prima di decidere per il sì. De Martino si riprende una maglia da titolare dopo il turno di squalifica, per il resto confermata la squadra che ha vinto nella piscina termale di Abano.

Al 13′ Pera va al tiro, pallone a fondo campo.
Al 16′ il Rimini sblocca il risultato: Ricchiuti per Masini, la cui girata mette in difficoltà Biagini, Pera è pronto al tap-in. 13° sigillo in campionato per il bomber biancorosso.
Al 19′ De Gori su punizione tenta il traversone, pallone che finisce a lato senza creare patemi alla retroguardia di casa.
Al 21′ bella presa alta di Dini sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina.
Al 22′, dall’altra parte del campo, Pera serve Berardi, la cui battuta sorvola la traversa.
Al 32′ Pera per Berardi, che mette in moto Masini. Il tiro dell’italo-argentino termina a lato.
Al 37′ il suggerimento di Pera per Berardi è lungo. La retroguardia toscana può sbrogliare. Si va all’intervallo con la truppa di Cari avanti di un gol.

All’11’ della ripresa si registra il primo tiro nello specchio del Jolly Montemurlo: ma la conclusione di De Gori è lenta e centrale, nessun problema per Dini.
Al 13′ è Ricchiuti ad andare alla battuta, Biagini para senza titubanze.
Al 14′ il fendente di De Gori dalla distanza fa venire i brividi ai tifosi locali: il pallone sibila a lato.
Al 18′ la punizione di De Gori deviata con una spalla da Ricchiuti impegna Dini, che poi si salva ancora dall’insidia nata da un rimpallo tra Calori e Cacioli.
Un minuto dopo Pera va al tiro, Biagini risponde presente e ribatte.
Passano pochi secondi e ancora Pera si presenta in area, Lamma chiude in angolo.
Al 26′ il Rimini raddoppia: cross di Cacioli dalla trequarti per l’incornata di Ricchiuti, che sorprende Biagini fuori dai pali. Il pallone rotola in rete, gol numero 59 per il capitano biancorosso, a –1 dal record di Cinquetti.
Al 32′ il traversone di Di Deo è bucato da Lamma, Pera controlla e insacca il 3-0, suo secondo centro personale, 14° stagionale.
Al 37′ viene ammonito Di Nicola che, diffidato, salterà il big match di domenica prossima con il Delta Porto Tolle.
Al 39′ cross di Olivieri, Michelotti e De Gori si infastidiscono a vicenda, senza riuscire ad impattare di testa.
Al 42′ punizione di Tedesco: Cacioli non ci arriva, Pera è appostato sul secondo palo e realizza il 4-0, tripletta personale. Sono 15 le perle della sua fantastica stagione, in media una a partita.
Al 46′ Ceccareli calcia, Dini blocca.
Al 47′ angolo di De Gori, Dini esce di pugno, poi blocca il tentativo di Michelotti. E’ l’ultima emozione di una bella partita, nonostante il terreno di gioco al limite della praticabilità. Finisce 4-0 per il Rimini, che suona così la nona sinfonia.

LE DICHIARAZIONI DEL DOPOGARA
MARCO CARI, allenatore Rimini: “La nona vittoria consecutiva è arrivata in modo diverso, perché per la prima volta dall’inizio del campionato era diverso il terreno di gioco: la cosa più positiva di questa partita è sicuramente l’adattamento immediato a un campo quasi impossibile. Abbiamo vinto bene, interpretando la gara nel modo giusto ma la partita non è stata semplice come potrebbe sembrare dal risultato. Le condizioni del campo non ci hanno agevolato, dopo l’1-0 non siamo riusciti a esprimere al meglio il nostro gioco e la partita contro una buona squadra è rimasta aperta sino alla seconda metà della ripresa, poi con il raddoppio l’incontro si è messo in discesa e sono arrivate anche le altre reti. E’ stato però un test importante, ero curioso di vedere la squadra su un campo pesante e la risposta è stata molto positiva. Tranne qualche palla alta, non abbiamo concesso molto altro ma nella seconda parte di gara i nostri avversari avevano preso campo e si poteva rischiare qualche mischia, così abbiamo inserito Spinosa per equilibrare il controllo della mediana e le cose sono andate meglio. Da martedì penseremo alla prossima partita contro il Porto Tolle, per noi è come tutte le altre: scenderemo in campo per vincere”.

SIMONE SETTESOLDI, allenatore Jolly Montemurlo: “Abbiamo giocato su un terreno difficile ma contro il Rimini sarebbe stata dura a prescindere dal campo, anzi forse con un campo asciutto sarebbe andata peggio. Mi spiace però per il risultato che penalizza troppo la prestazione della squadra, sino al 2-0 abbiamo tenuto bene il campo, c’è stata anche una buona occasione per segnare il gol del pari, poi il Rimini ha dilagato e questo dà alla nostra partita una dimensione troppo negativa. Il Rimini che ho visto oggi è comunque la squadra più forte che abbiamo incontrato, ha più tutto rispetto alle altre e credo sia la favorita per la vittoria del campionato”.

MANUEL PERA, bomber del Rimini con 15 centri: “Bello, mi porto a casa il pallone della partita firmato dai compagni: davvero una bella soddisfazione che dedico al mio amico Stefano, che purtroppo non c’è più e quando entro in campo ricordo sempre. Sapevamo che non sarebbe stata una partita facile, il Jolly Montemurlo arrivava al Neri da un ottimo momento ed era importante sbloccarla in fretta: ci siamo riusciti ma le condizioni del campo rendevano impossibile il gioco palla a terra e chiudere la partita è diventato complicato. Le cose si sono messe bene nel finale, forse il risultato è troppo ampio ma la vittoria non è mai stata in discussione. La squadra si è completamente calata nello spirito della categoria, oggi su questo campo era necessario lottare e non ci siamo risparmiati sino al 90’: dobbiamo continuare così, con questo spirito che ci ha portato in testa alla classifica. Ora pensiamo alle prossime due contro Porto Tolle e Correggese, due squadre che come noi puntano a vincere: sarà dura, ma dovessimo conquistare sei punti nei prossimi 180’, il segnale al campionato sarebbe forte”.

LUCA CACIOLI, difensore Rimini: “Su un campo davvero messo male abbiamo dimostrato di essere una squadra anche da battaglia, capace di adeguarsi a condizioni molto diverse da quelle ottimali per sviluppare il nostro gioco. I numeri d’attacco del Rimini sono strepitosi ma stanno migliorando anche quelli difensivi, altro segno della grande crescita della squadra. Il Jolly arrivava da una buona striscia di risultati ma siamo riusciti a contenere bene le loro giocate, rischiando poco come ormai ci capita da diverse partite. Le nove vittorie consecutive ci rendono orgogliosi perché nel calcio non è semplice mettere insieme una striscia così importante ma siamo già con la testa alla prossima partita, sappiamo che tutto avrà valore solo raggiungendo l’obiettivo finale. Prepareremo al meglio la sfida contro il Porto Tolle, nostra diretta concorrente, poi la settimana dopo penseremo alla Correggese: cercheremo di vincere come facciamo ogni volta che scendiamo in campo senza pensare troppo alla classifica”.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
VIDEO
di Icaro Sport   
VIDEO
di Icaro Sport   
VIDEO