Indietro
menu
Ambiente Coriano

Registro Tumori. I comitati ambientalisti richiamano Gnassi

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 31 dic 2015 11:08
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I comitati ambientalisti, firmatari del decalogo anti inceneritore, tornano a chiedere alla provincia la creazione di un registro tumori. Hanno scritto una lettera al presidente Gnassi perché realizzi ciò che era stato promesso con una delibera consigliare dal suo predecessore Stefano Vitali.

Il Registro dovrebbe raccogliere, archiviare e analizzare i dati sulle persone affette da tumore e diffonderli in rete, di facile consultazione ed accesso da parte dei cittadini. E’ già attivo in Regione dal 1995

Questo archivio delle patologie esiste, dunque, già -precisano dal comitato Ambiente & Salute Riccione ma manca la sua apertura e diffusione su base provinciale”. I comitati ricordano che nei mesi scorsi avevano ricevuto una lettera di Vitali che scriveva“….particolarmente sensibile rispetto alle tematiche da voi introdotte, ho in programma un incontro con il Dott. Marcello Tonini recentemente nominato direttore dell’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la cura dei tumori (Irst- Irccs) con sede a Meldola per affrontare la questione, affinché Gnassi continui nel percorso intrapreso”.

I gruppi ambientalisti chiedono un incontro da Gnassi per “ribadire l’importanza di tale impegno e per valutare congiuntamente le soluzioni migliori adottabili in breve tempo“.