Indietro
menu
Ambiente Rimini

Arriva 'ecoself' la stazione ecologica fai da te che funziona con la tessera sanitaria

In foto: L'assessore Visintin intervistato da Icaro tv
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 23 dic 2014 18:36 ~ ultimo agg. 24 dic 13:04
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min Visualizzazioni 1.313
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A Rimini dall’8 gennaio la stazione ecologica ed è ‘fai da te’. Si tratta di una postazione itinerante hi tech, attivabile tramite la tessera sanitaria e autoalimentata da 8 pannelli fotovoltaici. Obiettivo: incrementare la raccolta differenziata dei rifiuti. Presentato oggi in anteprima in centro a Rimini (Via IV Novembre)

Da giovedì 8 gennaio sarà attivo il nuovo servizio di Hera “Ecoself”. L’apparecchio si autoalimenta grazie a 8 pannelli fotovoltaici sul tetto, in grado di produrre energia per 72 ore. L’utilizzo è semplice: basta attivare il display premendo il pulsante, avvicinare la tessera sanitaria (o l’Ecochiave grigia già usata per accedere alle calotte) al lettore ottico e seguire le istruzioni riportate a video. Questo sistema permette la tracciabilità dei rifiuti, cioè la possibilità di seguirli nel loro percorso dal cittadino all’impianto di recupero, assicurando così il controllo della filiera.

Cosa portare all’ecoself

Il mezzo itinerante va a potenziare il servizio già offerto dalle stazioni ecologiche (o centri di raccolta), per dare ai riminesi un’ulteriore possibilità di conferire separatamente quelle tipologie di rifiuti, che, non possono essere raccolte nei contenitori stradali o porta a porta, come ad esempio contenitori contaminati o imballaggi con etichettatura di pericolosità (es. solventi, acidi, detergenti…), pile e batterie per telefoni cellulari, oli alimentari (da conferire in bottiglie di plastica) e, infine, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), ovvero piccoli elettrodomestici (es. giocattoli elettrici ed elettronici, telefoni cellulari, lampade a basso consumo e neon). In tal modo anche queste frazioni particolari di rifiuti domestici possono essere destinate al recupero, al riciclo o allo smaltimento controllato.

Dove e quando trovare l’ecoself:

Facilmente identificabile, l’ecoself è a disposizione dei cittadini di Rimini per 3 giorni consecutivi al mese in ben 8 punti della città, che saranno raggiunti secondo un calendario ben definito:
– zona Villaggio 1°Maggio (parcheggio Conad City) – dal 1° lunedì del mese

– Santa Giustina (parcheggio centro sociale) – dal 1° giovedì del mese

– Via Carlini (parcheggio)- dal 2° lunedì del mese

– Via Mirandola (parcheggio scuola)- dal 2° giovedì del mese

– Coop Celle (parcheggio) – dal 3° lunedì del mese

– Piazzale Einaudi – dal 3° giovedì del mese

– Borgo dei Ciliegi – dal 4° lunedì del mese

– Via Parigi (parcheggio) – dal 4° giovedì del mese

Per ulteriori informazioni, chiamare il Servizio Clienti 800.999.500, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18 (da cellulare 199.199.500, numero non gratuito e attivo negli stessi orari).

“I risultati positivi- sottolinea Fausto Pecci, responsabile Servizi Ambiente di Hera S.p.A. per Area Romagna– sui quantitativi di rifiuti recuperati e sulla differenziata dimostrano l’impegno sempre maggiore del Gruppo Hera nel cercare di migliorare continuamente l’efficienza di tutta la filiera del riciclo. L’Ecoself si prefigge un duplice obiettivo: intercettare più rifiuti differenziabili possibile e, allo stesso tempo, agevolare i conferimenti dei cittadini grazie a questo sistema itinerante, che ogni mese raggiungerà ben 8 punti della città da nord a sud. La tecnologia impiegata, da un lato, e lo sforzo dei cittadini, dall’altro, sono quindi gli ingredienti di una ricetta vincente, che proietta questo territorio gestito da Hera tra i più virtuosi nella gestione dei rifiuti”.

“Negli ultimi tre anni- ha affermato Sara Visintin, Assessore all’Ambiente del Comune di Rimini- abbiamo investito molto in progetti per migliorare qualitativamente e quantitativamente il livello di raccolta differenziata: porta a porta, contenitori olii vegetali esausti, modifica criteri di accesso alle isole ecologiche per renderle ancor più fruibili. Oggi introduciamo un servizio aggiuntivo che si avvicina ancor di più al cittadino. Ecoself, stazione ecologica itinerante, sarà presente nei luoghi più distanti dai Centri Ambiente esistenti, al fine di consentire ai cittadini di avere un ulteriore punto di conferimento “quasi” sotto casa. Purtroppo nonostante i servizi siano aumentati, nel corso degli ultimi due anni sono aumentati molto gli abbandoni di piccoli RAAE, oggetti ingombranti, toner ed altri materiali nei cassonetti stradali o direttamente abbandonati a terra. Questo nuovo servizio presentato oggi, che va ad aggiungersi ai numerosi progetti attivati per la tutela ambientale, vuole provare ad essere un’altra opportunità per ridurre fenomeni di abbandono ed errato conferimento.”