mercoledì 24 aprile 2019
di Roberto Bonfantini   
lettura: 1 minuto 1.167 visite
mer 19 nov 2014 08:52
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 1.167
Print Friendly, PDF & Email

Utilizzavano il loro cane come fosse un pallone, lanciandolo sull’asfalto solo per divertirsi. Ora i due, un uomo di 35 anni e un ragazzo di 16, padre e figlio, sono indagati per maltrattamento di animali, un reato punito con una pena che va dai 3 ai 18 mesi di carcere o con una multa da 5mila a 30mila euro. L’episodio risale allo scorso ottobre in via Dardanelli, a Rimini. A dare l’allarme una residente del posto, che sentendo i guaiti del cane, aveva chiesto ai due di non fare del male all’animale. La donna ha poi raggiunto la vicina stazione dei carabinieri di via Destra del porto per denunciare l’accaduto. E una pattuglia ha raggiunto e identificato padre e figlio.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna