Serie C. Civis Rimini Rugby vs Misano Rugby 49-3

in foto: Civis 2014-2015

Nel pomeriggio di domenica 20 ottobre, sul campo di Rivabella di Rimini, si è disputato il derby provinciale tra i padroni di casa della Civis e il Misano Rugby.

La voglia dei Pirati di fare bene è tanta e già a due minuti dal fischio d’inizio Racis segna metta a segno una punizione tra i pali per il 3-0. Il Civis Rimini ha una marcia in più rispetto al Misano e attacca a tutto campo. Dopo pochi minuti dopo una bella azione di mano a schiacciare in meta tocca a Pretelli, Racis non trasforma 8-0. Non passano neanche 5 minuti e di nuovo Pretelli ha la possibilità di rituffarsi in meta, anche in questo caso da molto angolato Racis non trova i pali 13-0. Il Misano tenta di reagire e  al 12′ guadagna una punizione centrale dai 15 metri che trasformata porta sul 13-3. Il Civis continua a macinare gioco e con una azione di mano speculare alla precedente manda in meta l’altra ala Squadrani 18-3. Quasi allo scadere del primo tempo a schiacciare la palla ovale in meta è il pilone Deluigi e finalmente Racis trasforma, chiudendo la prima frazione di gioco 25-3 per i padroni di casa.

Al riavvio la musica non sembra essere cambiata: la Civis attacca e Misano difende come può,  infatti al 5′ Mastellari realizza la sua prima meta da capitano Racis trasforma 32-3 . A questo punto il coach Mangione sicuro del risultato fa entrare forze nuove cambiando tutta la prima linea Deluigi-Velato-Susini facendo entrare Dlugaszek-Arlotti-Bezzi dando un nuovo impeto nel mischie e nelle maul. Al 17′ ha la sua occasione per andare in meta Bezzi, Racis trasforma. Il Misano non molla e tenta il tutto per tutto per andare in meta ma il Rimini ha chiuso la porta e nessuno passa. Al 31′ della ripresa è ancora il Rimini ad andare in meta con Ferrillo 44-3. C’e posto nel tabellino anche per Dlugaszek, che allo scadere va in meta portando il risultato finale sul 49-3.

Davvero una bella gara del Rimini che dopo l’esordio appannato ha dimostrato di saper far bene le cose. La vittoria e stata dedicata alla Famiglia Trivisonne, purtroppo la domenica si tinta di nero per l’improvvisa scomparsa di Antonio Trivisonne, padre di Simone, atleta della squadra  senior.

Prossimo impegno del Civis e domenica prossima a Castel San Pietro.

Formazione Cappellini-Squadrani-Masi-Luzio-Pretelli-Racis-Merloni-Sorci-Mastellari-Mini-Baldassarri-Ferrillo-Susini-Velato-Deluigi-Bezzi-Cellini-Buffone-De Stena-Dlugaszek -Arlotti-Fornaciari.

 

Ad aprire il week end a a tutto rugby ancora una vota i ragazzi dell’Under 14, che sabato a Rimini hanno disputato un triangolare con Faenza e Forlì, portando a casa una vittoria e un pareggio, che per una squadra che deve maturare segnano già risultati insperati in così poco tempo.

A scendere in campo per prima domenica, invece, è stata la la categoria Under 16, che sul campo di casa ha incontrato i coetanei del Cesena Rugby. Le due squadre si sono scontrate a viso aperto e la gara e stata piacevole. Il Rimini, che si presenta con solo 15 giocatori in campo e senza riserve alla fine ha pagato il conto perdendo 25-5.

Il mini rugby era invece a Forlì e i piratini si sono fatti valere vincendo 3 gare su 4 rendendo piacevole la domenica al coach Menghetti .

 

Under 18 del Rimini rugby sugli scudi, nella seconda partita del campionato interregionale di categoria i giovani allenati da Maccan,  impegnati sul campo di Ascoli Piceno,  si sono imposti sui padroni di casa per 29 a 22, al termine di una tiratissima partita giocata nelle ore più calde della giornata e senza la possibilità di sostituire i 15 titolari scesi in campo.

Capitan Villani, Raggini e Fabbri infortunati, altri tre giocatori alle prese con problemi burocratici e così la spedizione riminese parte, ridotta ai minimi termini con il solo Morri tra i possibili sostituti. Ascoli rappresenta la trasferta più lunga e molto insidiosa vista la presenza tra le fila marchigiane di alcuni atleti che orbitano in ottica nazionale. I ragazzi della Civis sono scesi in campo decisi a vendere cara la pelle e l’hanno dimostrato da subito, mettendo sotto pressione i padroni di casa. Dopo un serie di schermaglie lo score si muove al 26′ grazie ad una pregevole meta del centro Catani che trova un buco al termine di un’azione corale, Fralassi trasforma per il 7 a 0, la pressione biancorossa continua e al 26′ è ancora Fralassi su punizione che mette punti in carniere, 10 a 0. Ultimo minuto della prima frazione e i padroni di casa trovano impreparata la difesa e grazie ad una maggior potenza degli avanti vanno in meta, la trasformazione porta il risultato sul 10 a 7.

Il secondo tempo comincia con 5 minuti di black out dei romagnoli che consentono ad altre due poderose maull di varcare la riga, solo la seconda meta viene trasformata ma al 5′ della ripresa il risultato è compromesso 10 a 19. I ragazzi della Civis si scuotono e con calma riconquistano campo, costringendo i padroni di casa a difendere sulla linea della meta. Al 15′ ancora Catani segna, Fralassi trasforma per il 17 a 19, ora il trend positivo è favorevole al Rimini. Qualche scorribanda avversaria trova ben schierata la difesa e quando tutto sembra perduto è ancora Catani che salva i suoi con un poderoso recupero sull’ala avversaria in fuga, che lascia attoniti tutti i presenti. Al 21′ Sacchetti viene mal interpretato dall’arbitro e si prende un giallo che lascia Rimini con l’uomo in meno, Ascoli trova anche 3 punti dalla successiva punizione 17 a 22. Ma non è finita, con l’uomo in meno ed una azione alla mano Rimini, al 28°, manda ancora in meta Catani, oggi senza dubbio il Man of the match, Fralassi trasforma e porta i suoi in vantaggio, 24 a 22. In parità numerica Rimini gioca palla e trova una bella percussione di Vargas, ottimamente sostenuto da un Lazzari, particolarmente ispirato che riceve il passaggio e si invola in meta, per la sua prima meta nella categoria, Fralassi questa volta sbaglia l trasformazione e la partita termina sul 29 a 22, che regala al Rmini 5 punti grazie al bonus mete. Una grande prova d’orgoglio contro una squadra che darà parecchio filo da torcere in questo girone.

La formazione del Rimini era la seguente: estremo Fralassi, ali Alpi e Migani, centri Bordoni e Catani, apertura Sacchetti, mediano di mischia Pedrini, flanker  Vargas e Fiore, n° 8 Monti, seconde linee Sammarini e Lazzari, pilone destro Vagnoni , tallonatore Albini, pilone sinistro Lo Conte, a disposizione Morri.

A.S.D RIMINI RUGBY

Roberto Bonfantini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454