venerdì 24 maggio 2019
In foto: Lo stato del PSBO: il raddoppio di Santa Giustina in primavera
di Redazione   
lettura: 2 minuti
gio 2 ott 2014 15:31 ~ ultimo agg. 3 ott 10:44
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Sarà completato entro la primavera del prossimo anno il raddoppio del depuratore di Santa Giustina, uno degli interventi principali del Piano di salvaguardia della Balneazione ottimizzato per un importo complessivo di 26 milioni di euro. Intanto sono già iniziate le prove per l’avviamento dell’impianto, che sarà attivo in maniera parziale già nelle prossime settimane per poi essere gradualmente implementato. L’aggiornamento arriva dal report mensile che Hera e il Comune di Rimini elaborano per monitorare costantemente il procedere degli undici interventi: uno, quello di Rimini Isola, è già concluso mentre egli altri in buona parte già avviati sia in fase progettuale sia in fase realizzativa.

Uno dei cantieri più avanzati con l’83% realizzato a settembre – riferisce il report – è quella della dorsale Nord, intervento da 17 milioni di euro che da tabella di marcia dovrebbe essere completato non più tardi dell’inizio del 2015. Sono invece partiti in estate i lavori del primo stralcio per la Dorsale Sud, su cui si sta procedendo alla bonifica bellica dell’area del cantiere.

A settembre infine hanno preso il via i lavori relativi al secondo stralcio della riconversione del depuratore Rimini/Marecchiese in vasca di accumulo pera incrementare l’affidabilità del sistema depurativo a seguito della dismissione dell’impianto Marecchiese con l’obiettivo di aumentare la capacità di accumulo e di trattamento delle acque meteoriche e ridurre così gli scarichi di acque reflue miste in mare e nel fiume Marecchia.

“Indicativamente stiamo rispettando i tempi che ci siamo prefissati e che ci consentiranno di poter raggiungere obiettivi importanti già a partire dalla prossima estate”, commenta l’assessore all’Ambiente Sara Visintin che sottolinea inoltre l’avanzamento della messa in regola degli allacci della zona di Rimini Nord, di cui è stata pubblicata di recente la terza ordinanza: “i lavori relativi alla prima sono in avanzato stato di esecuzione, grazie anche alla collaborazione dei cittadini e al lavoro sinergico che è stato portato avanti da tutti gli attori coinvolti”.

Confermato l’obiettivo per il 2016, ovvero il dimezzamento delle aperture degli scarichi a mare.

Notizie correlate
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna