19 June 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Oggi e domani a San Mauro Pascoli torna la Fiera di San Crispino

in foto: Lo stivale di Giuseppe Zanotti

Sabato 25 e domenica 26 ottobre torna la Fiera di San Crispino. Patrono del paese, protettore dei calzolai, San Crispino sarà festeggiato come ogni anno con l’appuntamento fieristico che animerà il centro del paese con appuntamenti, mostre, stand gastronomici, musica, animazione e volontariato, con un occhio particolare alla tradizione e alle eccellenze sammauresi, prima fra tutte la scarpa . Tra i tanti eventi previsti nel ricco programma della fiera, spiccano infatti le numerose iniziative dedicate alla calzatura, per omaggiare la vocazione calzaturiera e l’artigianato d’eccellenza del paese, promosse dall’assessorato alle attività economiche del Comune di San Mauro Pascoli.

Il Paese dei Calzolai. “Benvenuti nel Paese dei Calzolai”: con questo saluto ospitale, San Mauro vuole ricordare le origini della vocazione calzaturiera, che ha portato la fama del suo artigianato d’eccellenza dalla provincia romagnola in tutto il mondo. A questa identità si collegano diverse iniziative e presenze nella Fier. A partire dalla mostra del Cercal, la Scuola Internazionale per la Calzatura, allestita nell’atrio d’ingresso del Palazzo Municipale. In occasione del suo 30° compleanno, il Cercal proporrà un’esposizione dei progetti realizzati dagli studenti: una storia di formazione, di moda, di tendenze, di giovani talenti, lunga tre decenni.

Oltre al Cercal, in piazza Mazzini sarà presente un’altra scuola, l’Istituto Professionale Industria Artigianato Calzaturiero Abbigliamento Marie Curie di Savignano sul Rubicone. L’Istituto presenterà la sua proposta formativa, che si svolge a stretto contatto con le realtà produttive del settore calzaturiero del territorio con stage aziendali. Il Marie Curie inoltre partecipa a concorsi nazionali ottenendo ottimi risultati.

Sempre in piazza Mazzini, anche quest’anno, torna “Me Banchet”, uno stand dedicato al lavoro dei calzolai sammauresi d’una volta: un affettuoso omaggio ad un’abilità da trasmettere alle nuove generazioni ad opera dei ciabattini Mimmo Boetti , Luigi Garofani e Marco Ricci.

Per il quarto anno, negozi ed attività del centro storico ospiteranno la mostra itinerante dedicata alla storia della calzatura di San Mauro, “Il Museo che non c’è”, curata da Salvatore Giardullo , esperto e docente del Cercal. L’iniziativa vuole preservare attrezzature e macchine artigiane che rappresentano la memoria materiale delle aziende calzaturiere.

Nello stand di piazza Mazzini abili artigiani daranno dimostrazioni dell’arte della riparazione, applicata a scarpe prodotte a San Mauro, cioè di livello alto. Sarà anche l’occasione per un piccolo ritrovo di calzolai del territorio.

Con l’Associazione Made in San Mauro Pascoli, che allestirà uno stand in piazza Mazzini, si potranno conoscere le fasi di realizzazione di una calzatura con i laboratori per bambini dedicati ai mestieri tipici del nostro territorio. Il 25 e 26 ottobre, alle ore 10, 15 e 16, sei imprenditori (le pelletterie Maria Tomassini e Nicole, l’Equipe Dolores, Alessandra Ru. La Laboratoire, Franca Scampoli e Gelateria Dolcemente Pascoli), coinvolgeranno infatti i piccoli creativi con attività di pelletteria, pasticceria, estetica e sartoria.

Il Cantiere Artistico. La calzatura come espressione d’arte troverà spazio anche nel contenitore d’arte a 360° Il cantiere artistico , che troverà spazio nei locali dell’ex Mir Mar , il primo stabilimento calzaturiero di dimensioni industriali e ad alta tecnologia di San Mauro Pascoli, in via Roma, 27. Importanti nomi della calzatura sammaurese porteranno in mostra alcuni inediti, vere e proprie opere contemporanee che si potranno vedere in assoluta anteprima: fra tutte lo stivaletto di Giuseppe Zanotti realizzato in collaborazione con Michael Jackson per il Tour “This is it” (previsto a luglio 2009); la Blade di Casadei e Gian Vito Rossi con una sua opera. Medesimo tema per la Mostra della Calzatura che offrirà varie interpretazioni della scarpa, a cura di Maria Cristina Savani. Apertura de Il Cantiere Artistico alle ore 17,00 con le installazioni anche di Maria Critina Ballestracci, Hotel Cabiria, la rassegna di dialetto curata da Miro Gori, Tropic System Box e infine la musica Jazz di Carmine Ioanna.

Roberto Bonfantini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454