Mezzolara-Rimini 3-1

in foto: Mezzolara-Rimini prima del calcio d'inizio

IL TABELLINO

MEZZOLARA: Conti, Signorini, Martelli, Ponce, Arlotti, Orlando, Malo, D’Arino (40′ st Margagliano), Bazzani (19′ st Marinai), Iarrusso, Semprini (10′ st Arseno). A disp.: Busato, Fabbri, Ferri, Lodi, Cicerchia, Visani. All. Luppi.

RIMINI: Dini, Di Nicola, Di Maio, De Martino (24′ st Palumbo), Cacioli, Verdone, Tedesco, Torelli (32′ st Bussaglia), Gambino, Pera, Masini (8′ st Ricchiuti). A disp.: Carezza, Addessi, Guastamacchia, Moresco, Moretti, Versienti. All. Cari.

ARBITRO: Di Paolo Di Chieti.

RETI: 30′ pt e 22′ st Malo, 7′ st Iarrusso, 26′ st Palumbo.

AMMONITI: Ponce, De Martino, Pera, Arseno, Palumbo.

ESPULSI: 24′ st il tecnico Luppi per proteste, 45′ st Di Maio.

Serie D girone D

CRONACA
Si stoppa a due la serie positiva del Rimini. Il Mezzolara fa valere il fattore campo (qui la squadra di Luppi ha conquistato 10 dei suoi 11 punti in classifica). Mentre i biancorossi allo stadio “Zucchini” di Budrio vengono contestati dagli ultras al seguito.
Cari, che deve rinunciare allo squalificato Calori e all’infortunato Di Deo, conferma la difesa a tre, accentrando Di Nicola, e in avanti schiera Gambino, Pera e Masini. Si capisce subito che non sarà un pomeriggio facile. All’8′ Bazzani per Iarrusso, che si aggiusta il pallone con un braccio e va al tiro, Dini ribatte, ma l’azione è vanificata dal fischio dell’arbitro.
Al 12′ corner per il Mezzolara: Dini in uscita alta anticipa Bazzani.
Al 13′ la rasoiata di Gambino va distante dal bersaglio.
Al 14′ rimessa di Semprini per Bazzani, fermato in qualche modo da Di Nicola, Semprini non ci pensa due volte e calcia, Dini respinge di pugno.
Al 17′ Dini vola sulla punizione di Ponce, deviata dalla barriera. Il colpo di testa di Bazzani e a lato.
Al 21′ Martelli allarga per Semprini, il cui cross è intercettato da Cacioli, il tiro di D’Arino è ribattuto da Dini.
E’ il Mezzolara a fare partita: un minuto dopo Orlando allarga per Semprini, traversone intercettato da Cacioli, Iarrusso trova lo spazio per girarsi ma calcia tra le braccia di Dini.
Al 23′ il fendente di Tedesco, dopo un angolo di Pera, finisce fuori. Apprezzabile comunque il tentativo del numero 7 biancorosso.
Al 24′ lancio in verticale di De Martino, Pera anticipa il difensore diretto, Conti è fuori dai pali, Gambino tenta allora il pallonetto, corto.
Alla mezzora il Mezzolara sblocca il punteggio: Malo riceve palla, supera Tedesco, che lo lascia andare, nessun centrale esce, allora il numero 7 di casa disegna una parabola a giro che si infila sotto l’incrocio.
La reazione dei biancorossi è immediata: al 33′ il tiro di Pera, servito da Masini, costringe Conti ad allungarsi per deviare in corner. Dalla bandierina Tedesco per l’incornata di Di Maio, pallone ancora in angolo. Questa volta batte Pera, De Martino raccoglie al limite dell’area e calcia, il portiere di casa respinge.
Un minuto dopo cross di Masini, l’incornata di Gambino esce di poco.
Al 40′ Masini triangola con Pera, è in vantaggio su Orlando, che lo mette giù, il fallo inizia fuori area. L’arbitro non assegna neanche una punizione al Rimini.
Al 42′ Tedesco da calcio da fermo pesca Cacioli in area, il colpo di testa del difensore di Cari accarezza la traversa.
Al 44′ Cacioli batte velocemente una punizione. Pera viene spinto alle spalle da Martelli, per il direttore di gara è ancora tutto regolare. Si va all’intervallo con il Rimini sotto di un gol e con Cari che medita su cosa modificare per cambiare volto alla partita. La ripresa inizia con gli stessi 22 in campo.

Al 3′ corner di Tedesco, Conti esce male ma Di Maio di testa non riesce a trovare lo specchio.
Al 7′ i padroni di casa raddoppiano: Bazzani per Iarrusso, Dini sembra in vantaggio, ma si fa beffare dal numero 10 di casa. 2-0.
All’8′ fa il suo esordio in campionato Adrian Ricchiuti, che prende il posto di Masini.
Un minuto dopo corner del gaucho per Di Maio, la cui incornata trova l’opposizione di Conti. Sul conseguente angolo di Tedesco è ancora Di Maio a tentare la zampata, questa volta di piede, Conti è superato ma l’ex Rimini Semprini salva sulla linea. Il Rimini vorrebbe il gol, ma arbitro e guardalinee non sono dello stesso avviso.
Al 22′ un tentativo senza troppe pretese di Marinai, contratto da Cacioli, si trasforma nell’assist perfetto per Malo, che supera Dini per la terza volta, completando la doppietta personale. 3-0.
Al 24′ il tecnico del Mezzolara Luppi viene allontanato per proteste.
Al 26′ Palumbo, entrato da due minuti, accorcia le distanze per i biancorossi con un tiro di prima dal limite dell’area, dopo una respinta corta di Ponce.
Ma da annotare fino al 95′ ormai, c’è solo il rosso per proteste a Di Maio, che costringerà Cari a inventare una nuova retroguardia anche nel derby con il Bellaria di domenica prossima. Finisce 3-1 per il Mezzolara.

DOPOGARA
MARCO CARI, allenatore Rimini: “Dopo le ultime due prestazioni non mi aspettavo un passo indietro del genere, abbiamo regalato al Mezzolara i primi trenta minuti con un atteggiamento sbagliato, poi dopo il loro primo gol ci siamo svegliati e nell’ultimo quarto di tempo meritavamo il pari. Nelle fasi iniziali della ripresa eravamo partiti abbastanza bene poi abbiamo subito un gol balordo che ci ha complicato la gara. Dopo il gol di Palumbo ho pensato che la partita si potesse riaprire, con l’ingresso di Ricchiuti abbiamo girato meglio palla ma è mancata la “cattiveria” giusta nel cercare quel secondo gol che avrebbe completamente cambiato il finale di gara. Dispiace per i tifosi, ci hanno seguito in tanti e certamente non meritano di vedere prestazioni come questa. Guardiamo avanti nell’unico modo che abbiamo e cioè rimettendoci al lavoro per riscattarci già da domenica prossima”.

GIANLUCA LUPPI, allenatore Mezzolara: “Sono molto contento della prestazione dei ragazzi che hanno disputato un’ottima gara dall’inizio alla fine. La prima frazione di gioco mi è piaciuta davvero molto, la squadra è scesa in campo determinata e concentrata poi abbiamo anche sofferto stringendo i denti nella parte finale di tempo. Nella ripresa abbiamo chiuso la gara contenendo bene il Rimini e siamo arrivati al 90’ conquistando una vittoria meritata. Il Rimini è una squadra costruita per i piani alti della classifica, in questo momento deve ritrovarsi ma il campionato è lungo e sono convinto che alla fine lotterà con altre tre quattro squadre per il vertice della classifica”.

CARMINE PALUMBO, centrocampista Rimini: “Non abbiamo disputato la gara che volevamo, certo non era lo stesso Rimini delle ultime due partite. Abbiamo lasciato troppo campo al Mezzola, la nostra è stata una gara sottotono specie nella prima mezzora poi, dopo il loro gol, la reazione c’è stata, e avremmo anche meritato il pareggio; avevamo anche iniziato discretamente la ripresa poi il secondo gol ci ha un po’ tagliato le gambe. Il gol mi fa piacere ma non è servito a niente, meglio pensare subito a domenica prossima quando dovremo a tutti i costi riscattare questa deludente prestazione”.

ADRIAN RICCHIUTI, attaccante Rimini: “Dobbiamo fare i complimenti ai nostri avversari che hanno disputato un’ottima gara iniziando la partita con la giusta determinazione, noi ci siamo risvegliati solo dopo il loro gol giocando un buon finale di tempo. C’era anche un rigore netto su Masini che poteva darci la possibilità di chiudere il primo tempo sul pareggio ma certo non possiamo attaccarci all’episodio. Nella ripresa ci siamo fatti due gol da soli, poi era tardi per rimettere a posto le cose. Il rammarico c’è sia perché pur facendo poco siamo riusciti a creare alcune palle gol, sia perché la squadra in questa partita non ha portato in campo l’agonismo che serve per fare risultato: dobbiamo archiviare questa prestazione e tornare al lavoro mettendoci la voglia giusta”.

Roberto Bonfantini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454