mercoledì 21 agosto 2019
menu
In foto: Impianto per la produzione di biogas
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mer 22 ott 2014 13:22 ~ ultimo agg. 4 nov 15:07
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Rispetto al 2010 gli impianti a biogas in Italia sono aumentati di quasi l’82 %., incrementando la produzione di oltre la metà, con oltre mille impianti per una potenza installata che presto supererà i mille megawatt elettrici. Il mercato del biogas italiano è dunque in espansione e si conferma secondo in Europa dopo la Germania e terzo mondiale dopo la Cina. Si stima che al 2020 sarà in grado di innescare un valore economico di 3.2 miliardi di euro al netto degli incentivi. Ecomondo e Key Energy ospiterano una giornata dedicata al biogas a 360 gradi.

Appuntamento venerdì 7 novembre con il seminario dal titolo “La filiera del biogas: un giacimento verde da esplorare”. Organizzata dal CIB (Consorzio Italiano Biogas) e dal CIC (Consorzio Italiano Compostatori). Obiettivo del seminario: mettere per la prima volta a confronto la filiera agricola e quella dei rifiuti organici.

In una fase di incertezza sul sostegno alle fonti rinnovabili – rileva Gianni Silvestrini, coordinatore del Comitato Scientifico di Key Energy – la nuova normativa sul biogas offre opportunità molto interessanti sul versante sia energetico, sia agricolo“. Secondo Piero Garattoni, direttore del CIB, “Sono molte ancora le potenzialità da esprimere nell’ambito della produzione di biometano, dei fertilizzanti naturali e della chimica verde“. Mentre per Massimo Centemero, direttore generale CIC, “l’Italia è ormai universalmente riconosciuto come uno dei paesi leader nel mondo per quantità e rese di intercettazione del rifiuto organico proveniente dalla raccolta differenziata in ambito urbano“.

Altre notizie
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna