20 June 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Accorpamento Camere di Commercio sempre più certo. Il Presidente Moretti: pensiamo all’area Vasta Romagna

Scioglie gli indugi il presidente della camera di Commercio di Rimini Fabrizio Moretti sull’accorpamento delle camere di Commercio. Moretti annuncia di aver accolto la proposta di autoriforma di UnionCamere nazionale. Le Camere di commercio dell’Emilia Romagna hanno raccolto questa sfida al rinnovamento impegnandosi a perseguire un processo di accorpamento che porti all’istituzione di nuovi enti camerali in grado di sostenere lo sviluppo economico locale e la competitività delle imprese. Anche la Camera di commercio di Rimini ha deciso di percorrere la strada di un possibile accorpamento con altre Camere regionali. Il Consiglio della Camera di commercio, nella riunione avvenuta lo scorso 7 ottobre 2014, ha deliberato all’unanimità di procedere con un’analisi di fattibilità per valutare l’opportunità e la possibilità di accorparsi con altre Camere regionali.  Non ci sono pertanto ‘nozze’ in vista con Forlì-Cesena e Ravenna perché nulla è stato deciso aprioristicamente – si legge nella nota di Moretti – unicamente, è stato dato il via ad uno studio orientato ‘naturalmente’ alla Romagna, per una logica di ‘Area Vasta’ oggi già realizzata anche da altre Istituzioni.”

La nota della camera di Commercio di Rimini firmata da Moretti:

“A fronte dell’iniziativa del Governo che si propone, nel DDL 90/2014, di riformare le Camere di commercio senza alcun confronto preventivo con il mondo camerale, e che ipotizza tagli drastici del diritto annuale oltre che dell’intera funzione di gestione del Registro delle Imprese, che passerebbe al Ministero dello Sviluppo Economico, UnionCamere Nazionale ha dato il via ad un progetto di autoriforma. La proposta di autoriforma promossa da UnionCamere nazionale si propone di ridurre il numero delle Camere di commercio presenti nel nostro Paese, individuando nuovi ambiti territoriali considerati ottimali per quanto riguarda l’erogazione di servizi alle imprese, assicurando la sostenibilità economica a fronte della diminuzione delle entrate prevista dalla legge, approvata lo scorso agosto, che prevede entro il triennio 2015/2017 la riduzione del 50% del diritto annuale che le imprese versano alle Camere di commercio.
Pertanto anche la Camera di commercio di Rimini ha deciso di percorrere la strada di un possibile accorpamento – strada prevista sin dal 1993 nella Legge 580 – con altre Camere regionali. Il Consiglio della Camera di commercio, nella riunione avvenuta lo scorso 7 ottobre 2014, ha quindi deliberato all’unanimità di procedere con un’analisi di fattibilità per valutare l’opportunità e la possibilità di accorparsi con altre Camere regionali. Non ci sono pertanto ‘nozze’ in vista con Forlì-Cesena e Ravenna perché nulla è stato deciso aprioristicamente: unicamente, è stato dato il via ad uno studio orientato ‘naturalmente’ alla Romagna, per una logica di ‘Area Vasta’ oggi già realizzata anche da altre Istituzioni.”

Fabrizio Moretti
Presidente Camera di commercio di Rimini

Lucia Renati

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454