Indietro
lunedì 30 novembre 2020
menu
Icaro Sport

Per Rimini e San Marino è tempo di finale di European Cup

di    
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mer 6 ago 2014 17:30 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Anche quest’anno i Pirati proveranno a sfatare il tabù Coppa dei Campioni, trofeo che manca dalle parti di Via Monaco da ben 25 lunghi anni. Per non farsi mancare nulla sarà una finale assolutamente inedita, ma molto sentita, stiamo parlando del derby infinito tra S. Marino e Rimini.

Le due compagini dopo essersi date battaglia nelle ultime due stagioni in Finale Scudetto, si apprestano a sfidarsi per la prima volta nella storia in una Finale che vale il Trofeo Continentale.

Entrambe le squadre lo scorso Giugno hanno avuto la meglio nella partita decisiva (domenica 22/6) contro le forti corazzate olandesi. I Pirati l’hanno spuntata alla grande contro i temibili Neptunus Rotterdam (9-2), in un girone davvero difficile e di alto livello affrontato con un roster molto corto, mentre la T&A S. Marino ha battuto nel Girone di Hoofddorp i padroni di casa dei Pioners (2-1).

La T&A S. Marino dopo la cocente delusione per la mancata qualificazione alle Italian Baseball Series, proverà a riscattarsi cercando di conquistare quella Coppa che manca dal 2011. Ragion per cui la società titana ha deciso di rafforzare ulteriormente il proprio roster inserendo Persichina (utility), a Rimini nel 2012. Il secondo acquisto è l’americano Capra, mancino 27enne, in questa stagione ha militato a Wichita (American Association). Lo staff tecnico sammarinese avrà quindi un’ampia scelta per decidere la lista definitiva dei 24 giocatori (solo 3 stranieri) che prenderanno parte alla competizione. Se non ci saranno sorprese il manager Bindi potrebbe scegliere di inserire i due lanciatori stranieri Guerra e Capra ‘tagliando’ di fatto i due grandi position player Vasquez e Duran senza dimenticare gli altri due lanciatori Cubillan e Delgado (infortunato). Quindi se così fosse, la T&A si presenterebbe con un lineup tutto
italiano, e con un monte di lancio praticamente tutto straniero che garantirebbe grande qualità.

In casa riminese c’è ovviamente grande entusiasmo dopo aver conquistato la qualificazione alla Finale Scudetto sul filo di lana nonostante la sconfitta patita in gara3 contro l’Unipol. I Pirati si stanno preparando al meglio per questo importante appuntamento, non ci dovrebbero essere
particolari cambiamenti in vista. Lo staff tecnico neroarancio ha deciso di inserire nei 24 definitivi i tre stranieri che saranno i due pitcher Marquez e Gonzalez più l’esterno venezuelano Romero.

Scelte praticamente obbligate visto che il forte lanciatore Ekstrom è ancora in via di recupero dal
suo problema alla spalla, e l’utility Salazar era stato già stato escluso nel girone eliminatorio di
Brno. Lo schieramento difensivo deciso dal manager neroarancio Catanoso dovrebbe esser questo: in diamante Spinelli in prima, Gomez in seconda, Santora all’interbase e Mazzanti sul sacchetto di
terza. Il trio degli esterni sarà formato da sinistra a destra da Di Fabio, Zileri e Romero, il battitore designato sarà Chiarini e dietro al piatto si alterneranno Bertagnon e Cit. I partenti designati delle prime due sfide saranno con ogni probabilità Gonzalez e Marquez (le rotazioni sono libere).

La Finale Europea inizierà Giovedì allo Stadio dei Pirati di Rimini, mentre gara2 e l’eventuale gara3 si disputeranno sul diamante di Serravalle (RSM) Venerdì e Sabato. Il playball di tutti gli incontri è fissato alle ore 21. La quaterna arbitrale designata sarà composta dagli italiani Fabrizi e Taurelli coadiuvati dall’olandese Van Heijningen e dallo slovacco Jankovic. I prezzi dei biglietti al botteghino dell’impianto riminese saranno di 10 € per quello l’intero e di 6 € per quello ridotto.

Simone Drudi
Ufficio Stampa Rimini Baseball

IL PREPARTITA DI DORIANO BINDI
Paura di ripartire? Neanche un po’. Qua c’è una Coppa da affrontare col massimo della determinazione e la T&A San Marino vuole fortissimamente lottare per conquistarla. Si gioca domani a Rimini, venerdì a San Marino e, se ci fosse la necessità di gara3, ancora a Serravalle sabato 9 (tutte le gare avranno inizio alle ore
21).

Doriano Bindi, qual è il clima che si respira in squadra?
“Buono, positivo. È chiaro che sabato scorso è andata un po’ diversamente a livello di atmosfera, è normale. Rimini aveva perso, lo sapevamo, eravamo collegati. Noi però non siamo riusciti a vincere a Parma e naturalmente eravamo dispiaciuti, arrabbiati. Detto questo, ora c’è tranquillità, consapevolezza che siamo davanti a un grande appuntamento”.

Si respira il clima di Coppa o si respira il clima di derby?
“Si respira il clima di Coppa. Intendiamoci, sappiamo di dover affrontare Rimini, ma queste sono partite un po’ diverse. Il clima europeo e internazionale si sente, pur se giochiamo, in casa nostra e in casa loro, a pochissimi chilometri di distanza. È un’altra cosa a parer mio. C’è un sapore rispetto a un derby normale, non fosse altro che per il regolamento”.

Un regolamento che ha indotto il San Marino Baseball a far arrivare Capra e Persichina. Su Cruceta ancora qualche dubbio.
“Vedremo, valuteremo fino in fondo che tipo di strutturazione avere e chi lasciar fuori dal roster delle partite di European Cup. Persichina lo conosciamo già per esser stato per due anni giocatore del campionato italiano. Capra è un ragazzo serio e di grandi qualità”.

Quale sarà la rotazione dei lanciatori?
“Inizierà Guerra, poi vedremo e valuteremo tutto in base all’andamento di gara1 e a all’utilizzo degli altri pitcher”.

Gare diverse dal solito…
“Proprio così ed è proprio una questione di regolamento. Avremo infatti, per esempio, la possibilità di utilizzare sempre Morreale, tanto per citare un giocatore che aveva dei limiti regolamentari tra una partita e l’altra del campionato. Staremo a vedere”.

Come vede gli avversari?
“Ci conosciamo benissimo, abbiamo giocato otto volte in stagione e per cinque l’abbiamo spuntata noi. Rimini è una buona squadra e non lo scopriamo certo adesso, ha meritato di arrivare in finale scudetto. Noi abbiamo perso sabato, ci sta, non è sempre festa. Ora però abbiamo una grande occasione di rivincita e non ce la vogliamo far scappare”.

Loriano Zannoni
Ufficio stampa T&A San Marino Baseball

(nella foto di Francesco Pizzioli, Alex Romero)