Indietro
menu
Provincia Vita della Chiesa

In 700 al campo giovani dell'Azione Cattolica. Si riflette sulla responsabilità

di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 22 ago 2014 11:34 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

587 giovani, 98 educatori, cuochi e una ventina di sacerdoti, suddivisi in 8 case.
Il Campo Scuola è stato denominato “Campo Airo: «Alzati e cammina»”.
Con il brano del Vangelo di Marco (Mc 2, 1-12), che intende aiutare i Giovanissimi a riflettere sulla responsabilità.

Nella società odierna, che fatica a riconoscere il valore assoluto della persona e tende a ridurla a mera consumatrice di beni e servizi, in cui molte scelte sono provvisorie e in cui le situazioni umane sono perlopiù precarie, i cristiani, guardandosi dentro, trovano l’impronta di Dio stesso impressa con il Battesimo; questo porta a vivere la vita in maniera responsabile come un dono ricevuto gratuitamente.
“Tale consapevolezza – spiegano gli assistenti diocesani di Ac – ci permette di avere il coraggio di assumerci delle responsabilità, fare scelte preziose e coerenti, vivere con impegno le nostre azioni e, di conseguenza, farne dono agli altri.
La responsabilità grande a cui siamo chiamati, che è prima di tutto verso noi stessi, ci fa sentire il bisogno di Dio che ci guarda con amore, ci accetta come siamo e guarisce le nostre ferite interiori (anche quelle che il mondo ha causato); da questo nasce il desiderio del Suo intervento, che ci provoca a prendere in seria considerazione il sacramento della riconciliazione”.

Il Campo inizierà con la Santa Messa alle 8.30 di domenica 31 agosto, in Basilica Cattedrale, presieduta dal Vescovo Francesco Lambiasi, concelebrata dagli assistenti di AC. Momento importante di fraternità e di diocesanità sarà mercoledì 3 settembre, una giornata vissuta da tutti i partecipanti che dalle diverse case, Auronzo, San Vito, Calalzo, Vigo, Borca, Lorenzago si ritroveranno insieme per dialogare con il nostro Vescovo, per partecipare alla celebrazione eucaristica e per un momento di festa insieme.

Altre notizie
di Andrea Polazzi
VIDEO
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Simona Mulazzani   
VIDEO
di Redazione