Indietro
menu
Ambiente Rimini

Il CorSera scoperchia la maladepurazione italiana. Gnassi: noi già partiti

di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 13 ago 2014 13:53 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dietro il bel paese per mancanza di infrastutture di depurazione solo Estonia, Portogallo e Slovenia.”Il rischio – scrive Stella, riportando il dossier che mette in relazione il trattamento delle acque di scarto con il dissesto idrogeologico – è di una maximulta da Bruxelles“.
Per il sindaco Andrea Gnassi una conferma di un problema che va ben oltre la costa cittadina e su cui l’amministrazione sta già lavorando, nonostante i gufi:
L’Italia negli ultimi 60 anni si è dimenticata di mettere a posto il paese – afferma Gnassi -. Franano colline, esondano fiumi, saltano fogne e oggi anche il Corriere della Sera dice che è un problema italiano. Tutti scaricano in mare e nei fiumi, e noi, in questa Italia che si è dimenticata dell’ambiente siamo i primi a partire. Bisognerebbe dire ai riminesi che continuano a postare video di scarichi, che si sta lavorando, che Rimini sta ricostruendo, con un piano per le fogne da 154 milioni di euro, con il 33% dei cantieri già partiti. Per Rimini le fogne erano un problema, ma noi lo stiamo affrontando. A guardare l’Italia sembra invece che gli altri siano indietro“.

Notizie correlate
di Redazione