Indietro
lunedì 30 novembre 2020
menu
Icaro Sport

Finale scudetto: i Pirati vincono gara3 con l'UnipolSai Bologna (3-2)

di    
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 22 ago 2014 10:37 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Rimini Baseball vince ancora una volta in volata battendo l’UnipolSai per 3-2 passando così a condurre la serie di Finale per 2-1. Davanti ad un’ottima cornice di pubblico sugli spalti dello Stadio dei Pirati (record stagionale di presenze) è andata in scena una gara vibrante dalle grandi tensioni. Come previsto alla vigilia, i due manager Catanoso e Nanni si sono affidati in pedana ai lanci dei due partenti stranieri Gonzalez e Williamson che hanno dato vita ad un gran duello (8so contro 7so). Il primo ha accusato il colpo alla quarta ripresa subendo quattro valide consecutive dal lineup ospite che erano valse il momentaneo sorpasso, avvenuto dopo il fuoricampo di Mazzanti al secondo inning. L’americano dell’UnipolSai ha tenuto a freno le mazze neroarancio (solo 3 valide concesse), ma dopo di lui come una settimana fa il disastroso rilievo di Rivero ha spianato la strada all’ennesima rimonta dei Pirati sugellata dalla valida walk-off di Bertagnon (all’esordio in questa finale) a basi piene sul rilievo Crepaldi. Non sono mancate le polemiche e le proteste da
ambo le parti causa alcune decisione arbitrali apparse decisamente errate, troppo severa ed affrettata l’espulsione del partente riminese Gonzalez nel corso della quarta ripresa e troppe indecisioni sui lanci a casa base. Bologna ha protestato al nono sull’interferenza di Fuzzi
(sull’interbase Santora), non chiamata inizialmente, ma che è apparsa piuttosto netta. Dopo l’ottimo rilievo di Escalona si è guadagnato la palma del pitcher vincente Torres (terza vittoria stagionale).

La serie tra UnipolSai Bologna e Rimini proseguirà questa sera (playball ore 20.30) ancora sul
diamante riminese di Via Monaco. Probabili partenti in questa quarta sfida delle Italian Baseball Series, Marquez per i Pirati e il dominicano Baez per la Fortitudo.

La cronaca
Dopo un inning di studio la partita si sblocca al secondo, il partente bolognese Williamson affronta
come primo battitore Mazzanti che esplode un solo homer a sinistra permettendo ai suoi di passare
momentaneamente in vantaggio (1-0), poi il lanciatore dell’UnipolSai non concederà altro al lineup riminese chiudendo la ripresa con tre strike-out consecutivi.

Al quinto la formazione ospite ribalta completamente la gara, il partente neroarancio Gonzalez dopo aver lasciato al piatto Oeltjen incassa il doppio di Vaglio al centro (prima valida concessa).
Qui, le mazze dell’UnipolSai si scatenano con due singoli consecutivi di Grimaudo e Sabbatani che
impattano il punteggio (1-1), poi la valida di Malengo sancisce il sorpasso biancoblù (1-2). Dopo la base ball concessa a Infante, il pitcher riminese Gonzalez protesta contro l’arbitro capo Screti che lo espelle. Si scatenano le forti proteste del dugout dei Pirati contro una decisione apparsa quanto meno frettolosa e avventata. Dopo la sospensione, in pedana per Rimini è salito il rilievo Escalona che uscirà alla grande da questa delicata situazione facendo battere Fuzzi in doppio gioco.

Nella ripresa successiva Bologna sciupa una buona opportunità per allungare, con due out e due
corridori in base Escalona si salverà alla grande lasciando al piatto Grimaudo. Al cambio di campo
anche Rimini spreca la più ghiotta occasione per poter pareggiare, Zileri e Santora si guadagnano
la base ball, sulla rimbalzante di Romero c’è l’out in seconda per scelta difesa. Primo momento
delicato per l’americano Williamson che passa in base anche Salazar. A basi piene però, Mazzanti
toccherà una ground ball su Fuzzi che non avrà problemi a girare il provvidenziale double play.

Al settimo dopo la valida battuta da Chiarini sale sulla collinetta il manager bolognese Nanni che
decide di sostituire l’ottimo Williamson con Rivero. Il neo entrato come primo uomo affronta
Gomez che eseguirà il bunt di sacrificio, ma prima Spinelli e poi Bertagnon non riusciranno a
concretizzare quest’altra buona occasione per impattare l’incontro.

Arriviamo nel finale di questa intensa partita, il lanciatore neroarancio Escalona dopo aver eliminato al piatto Sabbatani, subirà due singoli consecutivi da Malengo e Infante che porranno fine alla sua egregia prova. Al suo posto entra sul monte il veterano Torres. Il neo entrato concede
la base ball a Fuzzi che colma i cuscini, sulla rimbalzante di Liverziani, la difesa dei Pirati prova a girare il doppio gioco, che non riesce sul momento (entrata irregolare su Santora), ma dopo le proteste dello staff tecnico neroarancio gli arbitri decidono di punire l’interferenza causata
dal corridore felsineo Fuzzi sull’interbase neroarancio Santora, decidendo in maniera corretta
di chiamare l’out per regola (vibranti proteste bolognesi). L’emozioni e le tensioni di questa
gara non sono certo terminate, l’ultimo assalto dei Pirati inizia col singolo di Mazzanti, Chiarini sbaglia il bunt di sacrificio e la valida di Gomez tiene viva la speranza di rimonta. Momento clou dell’incontro, Rivero apparso in grande difficoltà passa in base Spinelli che riempie nuovamente tutti i sacchetti. Questa volta il manager dell’UnipolSai Nanni memore della settimana precedente opta per la sostituzione del suo rilievo straniero inserendo il giovane Crepaldi. Il pubblico si accende sugli spalti dello Stadio dei Pirati ed esploderà di gioia sulla decisiva valida da due punti del ricevitore riminese Bertagnon che regala il secondo successo della serie per Rimini col risultato finale di 3-2.

Simone Drudi
Ufficio Stampa Rimini Baseball

(nella foto di Francesco Pizzioli, Riccardo Bertagnon)

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Roberto Bonfantini   
VIDEO