Indietro
mercoledì 25 novembre 2020
menu
Icaro Sport

Falcons protagonisti al MundialHit

di    
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mar 12 ago 2014 15:39 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A tenere alti i colori dei Falcons con indosso la maglia della Nazionale Italiana sono stati quest’anno: Nicolò Ioli, classe 2000, lanciatore di ottima velocità, alla sua prima esperienza con la casacca dell’Italia Centro categoria Cadetti ma con alle spalle già due mundialiti nei Ragazzi; Ettore Giulianelli, 2003, utility dallo spiccato senso del gioco e con grinta da vendere, ha esordito in azzurro nell’Italia Centro lo scorso anno e quest’anno ha trovato spazio nella Nazionale U12 i cui giocatori aspirano a partecipare al Campionato del Mondo di categoria che si giocherà nel 2015 a Taiwan; Lucio Giovannini, 2002, lanciatore-esterno, Simone Ioli, 2004, interno, Tommaso Muccini, 2002, lanciatore-ricevitore-prima base, Thomas Poggioli, 2002, ricevitore-lanciatore, Elia Sartini, 2004, lanciatore, tutti all’esordio in maglia Azzurra; Tomas Canuti, 2002, ricevitore-lanciatore, in forze con la Nazionale Sammarinese anche se cittadino italiano.

Insieme a loro anche: Davide Sartini, già coach della Nazionale U12 che ha partecipato nel 2011 e 2013 ai Campionati Mondiali di Taiwan, e manager dell’Italia Centro categoria Ragazzi al MundialHit 2011, 2012 e 2013; ed il dirigente accompagnatore Simona Conti, anche lei al quarto MundualHit con questo incarico.

Esperienza senz’altro positiva per tutti i nostri ragazzi, che hanno avuto anche la soddisfazione di aver trovato ampio spazio in campo in tutte le partite delle loro rappresentative.

Per l’Italia Centro Cadetti è stato un buon torneo, conclusosi al quinto posto con tre vittorie (Slovacchia 18-5, Hong Kong 15-1 e Italia Nord in finale 9-0) e due sconfitte (2-10 con Italia Sud e 0-22 con USA).

NICOLO’, al rientro da un infortunio al braccio, era stato convocato come riserva, ed infatti i coach hanno optato per dare ancora riposo al suo braccio, utilizzandolo solamente in una partita come seconda base dove ha ben figurato.

L’Italia U12 è stata la vera rivelazione del torneo. Composta totalmente da nati nel 2003 e 2004, quindi giocatori con uno o due anni in meno rispetto alle altre squadre, i piccoletti sono arrivati alla finalissima, cedendo solo 4-8 all’Italia Nord e guadagnandosi così il secondo posto. Un’ottiam prestazione in vista del mondiale del 2015! Percorso netto fino a quel momento, con le vittorie per 27 a 0 su Hong Kong, 18 a 3 con Slovacchia, 4 a 3 con Italia Sud, 8 a 7 su Repubblica Ceca nei quarti di finale, e 13 a 7 in semifinale con Italia Centro.

ETTORE ha trovato spazio in tutte le partite. Ricevitore partente della prima partita, ha convinto e stupito, guadagnandosi il posto da titolare ha trascorso tutto il torneo accovacciato dietro il piatto di casa base, con solo una partita di riposo nella quale è stato schierato in prima base. Leadoff della squadra, ha convinto anche in battuta, che si è però mostrato ancora il settore nel quale deve più lavorare nonostante sia stato autore di due valide nella stretta partita con il “Sud” nella quale ha portato a casa due dei quattro punti. Sulle basi ha invece mostrato tutta la sua aggressività ed intelligenza.

All’Italia Centro Ragazzi è invece andata ancora meglio, concludendo il torneo al terzo posto.
Il cammino dei Ragazzi non è stato affatto facile, avendo esordito con una sconfitta con il San Marino (7-8), che li ha costretti a giocare la fase a girone in continuo inseguimento (10-4 con Repubblica Ceca, 3-1 con Italia Nord e 10-0 con Hong Kong). In semifinale, al termine di tre ore di gioco, si sono arresi all’Italia U12 13 a 7, per poi prendersi la rivincita con San Marino nella finalina con un 5-3 maturato anche in questo caso dopo 3 ore di partita.

LUCIO ha giocato come esterno e lanciatore, chiudendo sul monte con quattro inning, un solo pgl e 5 strike out, mentre nel box ha stupito, colpendo due doppi ed un fuoricampo con 6 punti battuti a casa ed attestandosi slugger della squadra.

SIMONE era al MundialHit per vivere l’esperienza della maglia Azzurra in previsione delle selezioni per partecipare al Mondiale 2015 e così è stato. Ha giocato poco, ma si è sempre fatto trovare pronto e si è presentato nel box per nulla timoroso nonostante la giovane età.

TOMMASO si è alternato fra monte di lancio, cuscino di prima base e piatto di casa base sei è rivelato un ottimo giocatore, chiudendo a punteggio pieno in difesa (media 1000), portando a casa un ottimo .308 in battuta con due doppi e lanciando ottimamente da partente nella partita con la Republbica Ceca, chiusa a zero pgl. Unico neo nella sua prestazione il rilievo con l’Italia U12 dove non è riuscito ad entrare in partita.

THOMAS è l’unico Falcons ad essere stato schierato in tutte le partite. Ricevitore titolare, ha giocato anche in terza; in battuta ha giocato un po’ sottotono, ma ha stupito sul monte di lancio, dove è stato l’unico lanciatore ad essere utilizzato per tutti i sei inning concessi dal regolamento chiudendo pure a zero pgl.

ELIA, al MundialHit per mettersi in mostra in vista del Mondiale 2015, ha lanciato due inning con San Marino ben figurando e poi è stato nuovamente chiamato sul monte con l’Italia U12, andando questa volta un po’ in difficoltà, ma riuscendo comunque a chiudere due riprese.

Per il San Marino del nostro Tomas Canuti è stato un torneo al di sopra di ogni aspettativa. La vittoria all’esordio proprio con l’Italia Centro ha lanciato i titani verso un’ottima competizione che li ha visto perdere 0 a 17 con Italia Nord per poi superare 9 a 7 la Repubblica Ceca, e 10 a 7 l’Italia Sud nel quarto di finale per poi arrendersi nuovamente 6 a 1 al Nord nella semifinale.

TOMAS è stato una colonna portante della squadra. Inossidabile catcher ha trascorso praticamente tutte le partite accovacciato dietro il piatto di casa base mettendo in seria difficoltà le squadra avversarie ce tentavano di rubargli le basi e che non riuscivano ad avanzare nemmeno sui lanci pazzi da lui perfettamente bloccati. Anche in attacco ha detto la sua colpendo valide che gli sono valse il posto di quarto nel lineup.

Dunque bravi i nostri ragazzi al MundialHit, che hanno sempre tenuti alti i colori dei Falcons.

Nel frattempo un altro Falcons si affaccia al panorama del baseball internazionale. Filippo Tomassoni, lanciatore classe 1997, della squadra Seniores di serie C ed Under 21, ha iniziato oggi, con la rappresentativa Emilia Romagna U17, l’avventura nelle Senior League World Series di Bangor, Maine, negli Stati Uniti. Dopo la vittoria del titolo italiano e di quello europeo, l’Emilia Romagna rappresenta negli States l’Europa e l’Africa, a caccia del titolo mondiale.
Nella prima partita una grande prova dei rappresentanti e campioni di Europa ed Africa, che hanno perso con il minimo scarto (0-1) con gli Edgewood di Bristol, Connecticut, campioni degli Stati Uniti Est.

Simona Conti
Torre Pedrea Falcons

Notizie correlate
di Icaro Sport