venerdì 18 gennaio 2019
di    
lettura: 2 minuti
mer 9 lug 2014 17:09 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Il Santarcangelo Calcio comunica – in una nota – l’acquisto del centrocampista Alessandro Evangelisti. Il calciatore, classe 1981, era in forza nell’ultima stagione al Forlì dove ha totalizzato 29 presenze e otto reti (compresi i play off).

La sua carriera ha inizio nel Felsinea San Lazzaro e si divide tra serie D, C2, C1, B ed A dove colleziona una presenza con il Livorno. In Emilia Romagna ha occasione di militare in diverse formazioni tra cui San Marino, Rimini e Forlì.

Le prime dichiarazioni ufficiali:
Evangelisti, lei arriva da tre anni importanti al Forlì, alla fine ha deciso di rimanere in Romagna e di scegliere Santarcangelo, il perché di questa scelta.
“Dopo tre anni al Forlì il mio desiderio era quello di continuare a giocare in una piazza importante. Il Santarcangelo è la squadra che più di tutte mi ha cercato con insistenza e mi ha fatto capire di contare e credere nelle mie qualità, questa per un calciatore è una cosa fondamentale”.

Lei ha già avuto modo di essere allenato dal tecnico Fraschetti nel periodo in cui militava nella Sangiovannese, cosa ricorda di quel periodo?
“Innanzitutto faccio i migliori auguri al mister per una pronta guarigione. Ho saputo del delicato intervento cui è stato sottoposto e vederlo tornare ad allenare per me è una gioia immensa. Nel periodo in cui lo conobbi ero ancora un calciatore acerbo, in fase di crescita. In Toscana ho avuto modo d’imparare da una grande persona e da un grande tecnico.
Le confesso che non vedo l’ora di ricominciare la stagione e di mettermi a sua disposizione”.

In città da tempo si vociferava del suo arrivo, i tifosi l’hanno già accostata a Piccoli, soprattutto per l’abilità nei calci piazzati: cosa pensa di questo paragone?
“E’ un grande onore per me essere accostato ad un professionista esemplare come Ivan Piccoli. Io rispetto a lui gioco più lontano dalla porta, ma spero di contribuire a conquistare i tre punti magari con qualche calcio piazzato”.

Il prossimo si preannuncia un campionato difficile e intenso, il Santarcangelo per continuare a sorprendere si affiderà alla sua esperienza, cosa si sente di promettere Evangelisti ai suoi nuovi tifosi?
“Dopo l’ultima stagione posso dire che oramai sono abituato a soffrire! Il prossimo sarà un campionato ricco di squadre e piazze blasonate, di conseguenza molto difficile; vedendo l’ottimo lavoro svolto dal club fino ad ora spero di contribuire in maniera importante alla favola Santarcangelo”.

Notizie correlate
Calcio C girone B

Imolese-Virtus Verona 3-1

di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna