sabato 19 gennaio 2019
di    
lettura: 2 minuti
mar 1 lug 2014 12:15 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

La Regione Emilia-Romagna aderisce al progetto con tre dei suoi servizi: la Direzione generale centrale Organizzazione, personale, sistemi Informativi e telematica, il Servizio politiche per l’accoglienza e l’integrazione sociale, e il Servizio politiche per la sicurezza e della Polizia locale. Destinatari del progetto, la Polizia municipale, gli ispettorati del lavoro, la Polizia di Stato, gli operatori sociali dell’area immigrazione.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito della ridefinizione del sistema nazionale di interventi in materia di tratta e sfruttamento, che attua la Direttiva 2011/36/UE relativa alla prevenzione e alla repressione della tratta di esseri umani e alla protezione delle vittime e che prevede, tra l’altro, l’obbligo per le amministrazioni pubbliche coinvolte di formare tutti i funzionari che nel corso delle loro attività possono entrare in contatto con vittime, effettive o potenziali. È in questa prospettiva che si colloca la partecipazione della Regione al progetto TRUTH, con l’obiettivo di realizzare un prodotto per la formazione a distanza che potrà essere utilizzato attraverso SELF, il portale regionale di e-learning per la pubblica amministrazione in Emilia-Romagna. Una volta progettato e sviluppato, il percorso formativo sarà erogato in due edizioni-pilota, ognuna per 20 utenti, che si susseguiranno a partire da ottobre 2014. Sarà inoltre creato uno spazio on line di livello europeo, la TRUTH Academy, destinato agli scambi tra operatori della formazione e specialisti in materia di tratta, in modo da sostenere la realizzazione di percorsi formativi analoghi.

“L’Emilia-Romagna è stata la prima Regione in Italia a promuovere un sistema integrato di interventi nel campo della lotta al grave sfruttamento e alla tratta di esseri umani – ricorda l’Assessore alle Politiche sociali Teresa Marzocchi – Mi riferisco a Oltre la strada, che si avvale di una rete composta da enti locali, soggetti pubblici e privati. Il progetto TRUTH – conclude Marzocchi – può fornire un ulteriore sostegno per tutti coloro che, a vario titolo, operano per contrastare un fenomeno così odioso e aberrante, che è riduzione in schiavitù a tutti gli effetti”.

Tratta e sfruttamento in Emilia-Romagna: gli interventi

Dal 1999 al 2013 su tutto il territorio emiliano-romagnolo sono stati realizzati:

– 7.436 programmi individualizzati rivolti a vittime di grave sfruttamento e tratta, di cui 1.195 per l’emersione e la prima assistenza (in base all’articolo 13 legge 228/2003); 165 quelli attivati nel 2013;

– 6.241 programmi di assistenza e inclusione sociale (articolo 18 Testo unico sull’immigrazione), di cui 366 nel 2013.

fonte: sociale.emilia-romagna

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
Mostra sulle ludopatie

Fate il nostro gioco

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
Rimini Rimini Social

Torna presepi dal mondo

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna