domenica 17 febbraio 2019
di    
lettura: 1 minuto
ven 4 lug 2014 16:54 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Nel dettaglio, sono stati eseguiti due sondaggi obliqui semiorizzontali ed uno verticale, profondo ben 110 m.
Tutti i sondaggi sono stati indagati con video ispezioni di dettaglio e sono iniziate le operazioni di posizionamento degli estensimetri in 2 perforazioni, attività che terminerà entro 15 giorni con la piena operatività degli strumenti e con la loro lettura in remoto.

Commenta il Sindaco Mauro Guerra: “a breve, si aggiungeranno dunque ulteriori informazioni scientifiche a quelle ottenute dai fessurimetri, dai velocimetri, dai sismografi, dal radar, già operativi”.
Le ‘carote’ ottenute dai sondaggi – commenta l’Amministrazione Comunale – sono estremamente significative e potranno diventare un importante materiale didattico e divulgativo per la conoscenza geologica del masso di San Leo.

Nelle prossime settimane sarà organizzato un incontro tecnico, propedeutico alla convocazione del Comitato Tecnico Istituzionale in cui sarà anche possibile prendere ulteriori decisioni in merito all’area interdetta e relativa viabilità.

Rispetto ai siti evacuati nell’immediatezza dell’evento, quattro famiglie hanno ripreso possesso delle loro abitazioni mentre sono ancora quattro gli alloggi interdetti.
Le scuole dell’infanzia e primaria, che erano state prudenzialmente trasferite nel Palazzo Mediceo, riprenderanno normalmente le attività, in settembre, nel tradizionale edificio scolastico non più interdetto.

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna