sabato 19 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
ven 4 lug 2014 14:13 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Le giornate ammontano a 90 giorni per un indennizzo di oltre 2000 € netti.
“Il reddito perso nel 2013 è ben più alto di quanto arriverà dall’INPS – commenta Marco Rinaldi della FLAI CGIL di Rimini –“ma è comunque un parziale ristoro”.

L’altra buona notizia riguarda invece le giornate perse nel 2014. La Cassa Integrazione, che per i pescatori è in deroga e quindi da rinnovare ogni anno, era riconosciuta fino alla fine del 2013 e con l’accordo governativo sottoscritto ieri la si rende esigibile anche per il 2014.
I pescatori potranno così iniziare il fermo pesca di quest’anno sapendo che si potrà richiedere la CIGS.
“Unico tasto dolente è che anche quest’anno si dovrà attendere ancora una volta l’anno successivo, il 2015, per vedersi erogare le indennità relative al 2014”

L’attesa è ora per la firma del Decreto che sblocca il pagamento della CIGS 2013, che dovrebbe arrivare entro fine luglio, e del Decreto che formalizza le date del fermo pesca di quest’anno, che per la nostra parte di costa inizierà il 28 luglio.

Commenta RInaldi: “Sono valse a qualcosa le azioni sindacali messe in atto negli ultimi mesi, dai sindacati nazionali attraverso lettere formali e in ultimo con la minaccia dello stato di agitazione dichiarata lo scorso giugno, ed a livello locale con gli ordini del giorno approvati nelle nostre marinerie e trasmessi al Ministero attraverso la Regione e le Organizzazioni Sindacali nazionali”.

Altre notizie
di Simona Mulazzani
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna