lunedì 22 luglio 2019
menu
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 7 lug 2014 13:47 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Il 26 giugno, infatti, il Consiglio Comunale di Rimini ha approvato il bilancio di previsione 2014, destinando un fondo di 85000 euro per la realizzazione di un parco con giochi accessibili a tutti, anche a bimbi affetti da disabilità.
Commentiamo la notizia insieme a un’altra mamma, Elvira Cangiano, anche lei impegnata da tempo in questa battaglia di civiltà: “Sono mamma di tre bambini, di cui due (di quattro e sette anni) affetti da una malattia genetica rara, non diagnosticata e in sedia a rotelle. I miei bambini, nonostante le loro difficoltà sono bambini vivaci e desiderosi di fare e giocare come tutti i bambini della loro età. L’inaccessibilità di molte esperienze è frutto, purtroppo, di barriere culturali ed economiche, ancor prima che architettoniche. Sono trascorsi tanti mesi dall’approvazione della mozione in Consiglio Comunale (dicembre 2012) allo stanziamento di fondi per realizzarlo ma ora quel che conta è la realizzazione in tempi brevi e la possibilità di restituire a tanti bambini il diritto al gioco e il piacere dell’incontro con l’altro”.

Una bella notizia e speriamo che altre amministrazioni comunali, a partire da quella di Santarcangelo, mostrino la stessa sensibilità e lo stesso coraggio.

Di seguito la lettera che Elvira Cangiano ha indirizzato all’Amministrazione Comunale:
Sono trascorsi 18 mesi dal dicembre 2012, quando su proposta del consigliere Carla Franchini, il Consiglio Comunale di Rimini, all’unanimità approvava una mozione inerente la realizzazione di un parco giochi accessibile a tutti i bambini. Ero felice allora, come cittadina e ancor più come genitore di tre bambini, di cui due in sedia a rotelle e desiderosi di frequentarne uno accessibile alle loro potenzialità. Nella seduta del 26 giugno scorso, lo stesso Consiglio ha approvato il bilancio in cui è previsto un fondo di 85.000 Euro per la realizzazione dello stesso. I miei bambini e tanti altri, finalmente avranno un parco, dei giochi accessibili. Potrò finalmente dire: oggi mamma vi porta al parco e già pregusto la gioia nei loro occhi. Non sarò più obbligata a girarne alla larga, inventandomi scuse e percorsi tortuosi. Il parco di tutti, non dei bambini disabili, perché tutti avranno garantito il diritto al gioco. Il parco, laboratorio esperienziale di diritto di cittadinanza e inclusione sociale. Un regalo per tutti, perché i bambini imparano, fin da piccoli, giocando, il rispetto delle differenze, l’accoglienza dell’altro, il sentirsi cittadini di una società che include e non discrimina il più debole. Per tutto questo, voglio oggi ringraziare chi con me ha creduto in un sogno e il Comune di Rimini che ha fatto una scelta di grande civiltà. Ora, aspettiamo di vederne al più presto la realizzazione, in tempi più brevi, delle fasi precedenti.

Strumenti
L’articolo di RiminiSocial Il parco giochi per tutti

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione   
di Simona Mulazzani   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna