giovedì 24 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
lun 16 giu 2014 17:08 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, in esecuzione al provvedimento emesso dal GIP presso il locale Tribunale, Dottoressa Sonia Pasini, su richiesta della Procura cittadina, hanno sottoposto a sequestro preventivo il “Residence Nicaragua” in via Ghelfi 1, di proprietà della omonima società facente capo a G. R., riminese cl. 1964, recentemente arrestato (il 3 giugno) con altre 5 persone nell’indagine “Lanterna Rossa” che aveva portato alla luce una intensa attività di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione praticata da numerose donne di nazionalità cinese presso 3 appartamenti della citata struttura ricettiva. L’autorità giudiziaria ha disposto la misura cautelare sull’intero immobile, in quanto unità immobiliare indivisibile di cui fanno parte anche i tre appartamenti citati, già sottoposti a sequestro fin dal giorno dell’esecuzione degli arresti.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna