martedì 22 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
lun 23 giu 2014 10:16 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il futuro del Rimini continua ad essere appeso a un filo. Nel fine settimana appena trascorso la Rimini Calcio nuovo corso, guidata dal presidente Fabrizio De Meis, e i vecchi soci si sono avvicinati e nuovamente allontanati più volte nel tentativo di trovare una soluzione per il pagamento dei vecchi debiti (in ballo le quote di alcuni soci, per un valore che si aggira sui 200-240mila euro). Con il pagamento degli stipendi si libererebbe la quota parte della fideiussione di 400mila euro depositata in Lega. Quindi paradossalmente per la vecchia proprietà sarebbe più “economico” (fermo restando che il debito con Banca di Rimini andrebbe onorato) trovare una soluzione che far fallire il Rimini.
Oggi potrebbe essere il giorno buono per la fumata bianca (sperano i tifosi biancorossi). Altrimenti è pronto a scendere in pista l’assessore allo Sport, Gian Luca Brasini, che sul suo profilo Facebook nei giorni scorsi ha annunciato che convocherà le parti attorno ad un tavolo.
Mercoledì 25 giugno è il termine ultimo per il pagamento degli stipendi di marzo e aprile. E la vicenda, per quel giorno, in un modo o nell’altro dovrà concludersi.

Altre notizie
di Icaro Sport
VIDEO
di Icaro Sport
Notizie correlate
Calcio C girone B

Imolese-Fermana 0-0

di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna