giovedì 5 dicembre 2019
menu
Rimini Vita della Chiesa

Ordinazioni Fraternità San Carlo. Anche due giovani diaconi riminesi

di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 18 giu 2014 13:27 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Francesco Facchini è nato a Rimini il 27 marzo 1985, ultimo di 4 figli. Ha studiato al liceo scientifico A. Serpieri poi si è laureato a Bologna in Economia e Commercio. Nelle stagioni estive ha sempre lavorato come cameriere o aiuto cuoco. Nel settembre 2008 è entrato nel seminario della Fraternità San Carlo dove ha svolto due anni di studi di filosofia prima di un anno di missione in Portogallo. Poi gli studi in teologia. Nell’estate del 2013 ha vissuto nella casa di Taipei per studiare cinese. Oggi è segretario particolare del superiore generale.

Davide Matteini è nato a Cesena il 31 luglio 1982, secondo di tre fratelli. Vive per 4 anni a Cervia poi si trasferisce a Rimini dove studia al liceo classico Karis. Dopo la maturità studia ingegneria gestionale a Bologna dove si laurea nel 2007. Per un anno lavora alla Scm, azienda che costruisce macchine per la lavorazione del legno. Nel 2008 entra in seminario e durante il periodo di formazione svolge, nel 2010-2011, un anno di missione a Colonia, che è ora la sua destinazione dopo l’ordinazione diaconale.

Il sacerdote è Michele Benetti, trentuno anni, di Sondrio, che è destinato a Washington (Usa), dove ha compiuto la sua formazione e ha trascorso il suo anno di diaconato.

Questi gli altri neo diaconi:
Andrea Aversa, 37 anni, di Ceccano (FR), è destinato alla Casa San Giuseppe, che aprirà in settembre a Corridonia (MC);
Paolo Pietroluongo, 29 anni, di Cassino (Fr), andrà a Torino;
Umberto Tagliaferri, 39 anni, di Lecco, è destinato alla casa di Reggio Emilia;
Carlo Zardin, 30 anni, di Legnano (Mi), andrà a Mosca.
La Fraternità San Carlo, nata nel 1985 su ispirazione di don Luigi Giussani, fondatore di Comunione e liberazione, è oggi presente con 33 case in 17 Paesi del mondo. Ha 125 preti e 40 seminaristi.

«I padri della nostra Fraternità, don Giussani e don Massimo Camisasca, ci hanno insegnato – ha affermato don Paolo Sottopietra, superiore generale della Fraternità san Carlo – il contenuto vero della vita di un uomo: comunione, amicizia, vocazione, libertà, gratuità, dono di sé. Ci hanno mostrato la bellezza dell’obbedienza, della preghiera, ci hanno comunicato la passione per tutto ciò che di positivo c’è nel cuore dell’uomo e nella vita dei popoli, ci hanno educato ad una compassione piena di rispetto per il dolore, l’errore e il peccato che legano le esistenze di tante persone.
Noi partiamo dalla nostra casa di Roma per vivere con tutti queste esperienze, per dire che Cristo è vivo e ci viene incontro oggi».

nella foto: Don Davide Matteini

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna