martedì 22 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
mar 24 giu 2014 13:18 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La Croce Rossa locale ha infatti voluto che alla festa ci fosse anche Luciano Achilli, volontario di lungo corso e neo consigliere comunale con delega alla famiglia, uno dei tanti accorsi sul luogo del disastro, assieme ad una delegazione di una quindicina di riccionesi raccolti nell’Associazione “La Riccione dna volta”

Svolgo l’attività di volontario dal 1978 – racconta Achilli – sono intervenuto nel terremoto dell’Irpinia del 1980, poi sono stato in Friuli, all’Aquila, e spero che quello del Modenese sia l’ultimo che mi tocca di vedere. Mi onora particolarmente questo invito della Croce Rossa di Finale perché è il segno della considerazione e della stima che ci siamo guadagnati sul campo, e perché dove arriviamo noi riccionesi sappiamo farci volere bene e stringere delle amicizie che rimangono nel tempo”.

(una delle immagini indelebili del terremoto in Emilia)

Notizie correlate
di Silvia Sanchini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna